POZZUOLI – Aveva percorso poche centinaia di metri di Tangenziale quando ha perso il controllo della sua motocicletta schiantandosi sull’asfalto. Così è morto Daniele Ciffolilli, 27 anni, originario di Petacciato, provincia di Campobasso. Il giovane lavorava alla “Prysmian” di Pozzuoli e viveva in un’abitazione in via Ripuaria a Varcaturo. Il drammatico incidente è avvenuto poco dopo le 10.30 tra gli svincoli di Arco Felice e Agnano, in una curva a poche decine di metri dal ponte che sovrasta la Tangenziale nei pressi dello svincolo di via Campana. Appena appresa la notizia sul luogo della tragedia si sono recati gli amici del giovane.

LA DINAMICA – Ciffolilli aveva una grande passione per le motociclette. Questa mattina era in sella alla sua Yamaha R1, si stava dirigendo verso Napoli. Dopo aver imboccato la tangenziale da via Domitiana ha percorso circa 800 metri prima di perdere il controllo del mezzo. Inutili sono stati i soccorsi prestati dai sanitari del 118 giunti sul posto, come i tentativi di rianimazione. Al momento dell’incidente indossava tuta e casco da motociclista.

SEQUESTRATA LA SALMA – Nell’incidente non sono stati coinvolti altri mezzi. La motocicletta di Ciffolilli è stata sottoposta a sequestro dalla Polizia Stradale e messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Un aiuto a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente potrebbe arrivare dalle telecamere di sorveglianza installate lungo il tratto di strada. Intanto sulla salma del povero 27enne è stata disposta l’autopsia in programma nelle prossime 48 ore presso il centro di medicina legale del Secondo Policlinico di Napoli.

IL CORDOGLIO – La morte di Daniele Ciffolilli ha destato grande commozione nella città di Pozzuoli e nel piccolo paesino del molisano dove il giovane era nato. Nella zona flegrea il 27enne era particolarmente conosciuto per la sua passione per le moto e apprezzato da amici e colleghi di lavoro per la sua simpatia e la sua sensibilità.