La "Madonnina della Montagna" posta in un'insenatura su Monte Barbaro

POZZUOLI – Ettari di montagna che da ore sono preda delle fiamme, tanta paura e apprensione per gli abitanti della zona limitrofa per un incendio che va avanti ormai da ore. La preoccupazione però è rivolta anche verso la “Madonna della Montagna”, posta lì da anni, tra un’insenatura naturale del Monte Barbaro, e che potrebbe esser divorata dalle fiamme. Il luogo dove si trova è ancora inaccessibile per poter appurare le sue condizioni.

LUOGO DI PELLEGRINAGGIO – Un segno di fede e speranza, simbolo di forza per un uomo che decise un giorno di affidarsi a lei ponendola lì sul monte a centinaia di metri d’altezza, lungo la parete del “Monte Barbaro”. Affetto da una grave malattia, incurabile, ma affrontata dall’uomo ogni giorno con la forza nata da un “miracolo”. Il posto è divenuto un luogo di preghiera e ritrovo per i fedeli. Lassù vanno a pregare tutti i giorni, uomini, donne, bambini, anziani, percorrono l’impervio sentiero. Lassù la stanchezza sembra scomparire, si narrano strani episodi, al confine tra la suggestione e miracolo.

UN SIMBOLO DI SPERANZA – “Sotto al Monte” è uno dei quartieri più antichi di Pozzuoli, un agglomerato di case popolari costruite nel 1965, alle pendici del “Monte Gauro” meglio conosciuto come “Monte Barbaro”. Duemila anime, tra di essi quell’uomo.  Sembrava che non ci fosse niente da fare, poi i viaggi a Lourdes, quel sogno, quella voce che gli avrebbe detto di “divulgare la pace“. E ora quel simbolo, potrebbe scomparire e portarsi con sè tutti quei sogni, quelle preghiere e i suoi “miracoli”, i fedeli sono preoccupati di perdere un pezzo della loro storia e della loro vita.

GENNARO DEL GIUDICE e VIOLETTA LUONGO