POZZUOLI – Un’azienda di informatica completamente distrutta, altre tre danneggiate, centinaia di migliaia di euro di danni. E’ il pesante bilancio di un grosso incendio divampato nella serata di giovedì all’interno del polo industriale in località San Martino, a Pozzuoli. Per domare le fiamme i vigili del fuoco hanno impiegato circa 8 ore, sei autobotti e diversi mezzi giunti dai vari distaccamenti per dare supporto alla squadra 5B di Monterusciello. L’incendio sarebbe stato provocato da un cortocircuito elettrico in un ufficio della Ma.Vi.Com, azienda di distribuzione di materiale informatico. In poco tempo, anche per la presenza dei materiali presenti all’interno dei locali, le fiamme e un intenso fumo nero hanno avvolto l’intera area.

I DANNI – Il rogo ha danneggiato anche altre tre aziende che sorgono nel capannone numero 17 che ospita uffici e depositi della Ma.Vi.Com. L’incendio è stato notato poco prima delle 20 dal custode che ha subito dato l’allarme. Le operazioni di spegnimento si sono concluse poco dopo le 4 del mattino di venerdì. Durante la concitazione il titolare dell’azienda di informatica è stato colto da un leggero malore e soccorso sul posto da un’ambulanza. Esclusa la matrice dolosa.

NESSUNA RICHIESTA – «Secondo una primissima stima possiamo dire di aver avuto un danno di oltre 200mila euro e la nostra polizza assicurativa non copre il totale del danno -ha spiegato Roberto Vitiello, figlio del titolare- Ma la cosa che vogliamo precisare anche per tranquillizzare tutti è che non abbiamo mai ricevuto nessuna richiesta estorsiva nè minacce. Non ci sono segni di effrazione, abbiamo aperto l’accesso ai locali».