Paolo Tozzi consigliere dei Verdi

POZZUOLI – L’inaugurazione della Piazza 2 marzo 1970 ha avuto i suoi strascichi polemici. A sollevare un polverone sulla mancanza di un piano di evacuazione ad ormai oltre 40 anni dallo sgombero dell’antica rocca i Verdi Ecologisti attraverso una nota a firma del commissario regionale Francesco Saverio Borrelli, del capogruppo dal comune di Pozzuoli Paolo Tozzi e del coordinatore dell’area flegrea Peppe Martusciello.

LA NOTA – «La piazza è intitolata Rione Terra 2 marzo 1970 – si legge nella nota diffusa dal partito del sole che ride – in ricordo del sacrificio delle di cittadini e cittadine di Pozzuoli che furono letteralmente deportate con i loro poveri bagagli dalle loro case senza farvi più ritorno. A distanza di 43 anni da quella data però, lascia senza parole il fatto che non sia stato ancora realizzato un piano di evacuazione dall’area dei Campi Flegrei da parte della protezione civile promessa almeno una ventina di volte. La tragedia che ha segnato tanti cittadini puteolani – continuano gli esponenti del sole che ride – non è servita a muovere lo stato affinché un evento del genere non si possa più ripetere in quel modo drammatico. Le vie di fuga ed un piano generale sono ignoti a tutti e non resta che affidarsi come allora alla sorte o alla preghiera sperando che il vulcano attivo sul quale posa l’intera area puteolana non si svegli visto che ancora una volta a nostro avviso l’uomo non ha fatto nulla per evitare il peggio».