Il progetto sarà finanziato con 169mila euro

POZZUOLI – Acqua liscia e gassata gratuita per tutti. A Pozzuoli saranno installati tre “Case dell’Acqua” e 26 distributori di acqua refrigerata e sanificata derivante dalla rete dell’acquedotto pubblico. E’ il progetto comunale “Molto più che potabile” finanziato dalla Provincia, che punta alla riduzione dell’utilizzo dei rifiuti e sullo sfruttamento dell’acqua pubblica, un risparmio economico e un servizio in più per turisti e passanti.

169 MILA EURO DI FINANZIAMENTO – Il Progetto prevede un investimento di 150mila euro a carico dell’Ente di piazza Matteotti e un cofinanziamento del Comune di 19mila euro circa. Le “Case dell’Acqua” saranno installate nel centro storico e nei quartieri periferici. Sarà possibile prelevare gratuitamente sia acqua liscia che acqua gassata. Un contatore permetterà il monitoraggio del servizio; oltre ai litri d’acqua, saranno contate anche il numero delle bottiglie di plastica risparmiate. In più in 26 scuole della città verranno allestiti degli erogatori destinati agli alunni e al personale dell’istituto.

RIDUCE I RIFIUTI – «Con una popolazione di oltre 83mila abitanti – spiega Filippo Monaco, assessore provinciale – Pozzuoli può essere un modello per la riduzione dei rifiuti. In modo particolare con il Progetto “Molto più che potabile” si ha la possibilità di ridurre i rifiuti derivanti dagli imballaggi di plastica e di sensibilizzare i cittadini ad apprezzare la risorsa dell’acqua pubblica. In un momento di crisi economica non deve essere sottovaluto anche il risparmio economico per le famiglie e la collettività».

 

VIOLETTA LUONGO