L'assessore all'Ambiente Francesco Cammino

POZZUOLI – E’ giallo sulle aggressioni subite dalle guardie ambientali del Comune di Pozzuoli. Dopo la notizia circolata in città su presunte violenze e minacce ai danni di volontari del comune di Pozzuoli che stavano controllando e multando le persone che sversano illegalmente e negli orari non previsti dall’ amministrazione i propri rifiuti, è intervenuto l’assessore all’Ambiente del Comune di Pozzuoli Franco Cammino che ha smentito le voci in merito  «A me non risulta niente. Nessuno dei ragazzi mi ha avvisato e di fronte ad episodi di tale gravità me l’avrebbero detto – spiega l’assessore –  Tutti i giorni mi viene fatto un rapporto sul lavoro effettuato e su eventuali anomalie e tutto ciò non può che meravigliarmi. A quanto mi risulta comunque né ci sono denunce in merito né si sono mai registrati episodi di aggressioni e violenze ai danni delle guardie ambientali». Ma a confermare le parole dell’Assessore Cammino è il Comando di Polizia Municipale di Pozzuoli diretto dal Comandante Carlo Pubblico che ha smentito indagini o accertamenti in merito “Non ne sappiamo nulla. Anche gli uffici preposti sono completamente all’oscuro di tutto”.

 

LA SOLIDARIETA’ – Ma nel pomeriggio alle guardie ambientali era arrivata anche la solidarietà da parte dei Verdi ecologisti ed ecottamatori che avevano appreso la notizia «Dopo gli sversamenti illegali della camorra – denunciano il leader degli ecorottamatori Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il capogruppo del movimento ecologista a Pozzuoli Paolo Tozzi – il secondo grave problema dei nostri territori è l’ inciviltà diffusa. Un tumore in metastasi che sporca e rende luridi i nostri territori. Ogni giorno centinaia di migliaia di persone infatti gettano tra Napoli e provincia la spazzatura quando gli pare, buttano i mozzoni di sigarette e le cartacce a terra invece che nei cestini, sputano le gomme da masticare sui marciapiedi. Esprimiamo piena solidarietà ai vigilanti ambientali di Pozzuoli che stanno svolgendo un utilissimo servizio anche civico e chiediamo all’ amministrazione di andare avanti in questa battaglia contando sul nostro pieno e convinto sostegno. Ogni comune a partire da quello di Napoli dovrebbe multare pesantemente questa orda di incivili che fregandosene delle regole gettano i rifiuti di qualsiasi tipo in tutti gli orari e se qualcuno li redarguisce corre il rischio di essere insultato o anche picchiato. Queste persone sono la vergogna della Campania e sono socialmente trasversali».

 

GDG