POZZUOLI – Questa volta nessuno è riuscito a raggiungere il traguardo. I carabinieri della stazione Forestale di Pozzuoli hanno messo fine ad una gara abusiva di motocross in corso nell’area protetta della Foresta demaniale di Cuma. I militari dell’Arma hanno identificato e denunciato tre persone per deturpamento delle bellezze naturali. Sotto sequestro le moto utilizzate per le corse non autorizzate.
A finire nei guai due motociclisti, un 44enne di Nola e un 59enne di Saviano, e il proprietario dell’area, un 46enne di Bacoli.

LE CORSE – Le gare clandestine di motocross si svolgevano sulle caratteristiche dune, situate tra i Comuni di Bacoli e Pozzuoli di particolare pregio paesistico e ambientale tanto da essere censite come Sic (sito di interesse comunitario) e ricadenti nel parco regionale dei Campi Flegrei, nonché nel piano paesistico dei Campi Flegrei. Anni fa la Regione Campania intervenne per porre fine a tale scempio, innalzando dei recinti che con il passare del tempo sono stati distrutti e danneggiati.

LE SEGNALAZIONI – Per anni le corse clandestine di cavalli e moto hanno messo in serio pericolo la biodiversità della Foresta di Cuma. Il passaggio di veicoli a due ruote ha spesso mandato in rovina la vegetazione presente in questa zona. Anche il nostro giornale, unitamente a residenti e associazioni, si è fatto portavoce in più occasioni di segnalazioni, dossier e approfondimenti per porre un freno ad uno scempio di elevato rischio per tale ecosistema.