Sandro Cossiga - UDC

POZZUOLI – “Totale immobilismo”. In queste due parole è racchiuso il significato dell’amara lettera che i giovani attivisti di due movimenti puteolani, “Diversamente Giovani” e “Noi Resistiamo Qui”, hanno inviato al sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia per chiedere un intervento nei confronti del consigliere comunale dell’UDC Sandro Cossiga, delegato alle politiche giovanili. Quest’ultimo, secondo quanto riportato nella missiva protocollata in comune lo scorso 11 marzo, non avrebbe tenuto fede agli impegni presi in merito alla realizzazione del “Forum dei giovani”, previsto ufficiosamente per il prossimo 4 maggio. Allo stesso tempo, sempre secondo quanto scritto nel documento a firma delle due associazioni,  il lavoro e l’atteggiamento del consigliere delegato sarebbero stati inappropriati e assolutamente insufficienti a tal punto da spingere i giovani a chiedere al primo cittadino di “rivalutare l’affidamento della delega”.

LA LETTERA – Mancano poco meno di due mesi alle elezioni, previste ufficiosamente per il 4 maggio, del Forum dei giovani e rileviamo gravi mancanze da parte dell’Amministrazione e del delegato alle politiche giovanili, il consigliere Sandro Cossiga. Il forum risulta essere ancora privo di una sede dove poter svolgere le proprie attività. Da statuto, approvato in Consiglio Comunale, il forum deve essere dotato di una sede idonea, che vista la mancanza di spazi sociali a Pozzuoli, potrebbe ricoprire anche l’importante ruolo di centro di aggregazione giovanile. Proprio per questo riteniamo che il luogo indicato come sede dovrebbe presentare due caratteristiche per noi imprescindibili: la massima fruibilità e l’adeguatezza tecnica (computer, wi-fi ecc.) e logistica (locali adeguati ad ospitare riunioni partecipate come ci auguriamo siano quelle della consulta, organo del forum).

MANCANZA ANCOR PIU’ GRAVE –  è rappresentata dalla assenza di informazioni dettagliate fornite ai giovani tutti riguardo la procedura di presentazione delle candidature e le modalità di voto. Indicazioni che arriverebbero solo il 12 aprile, a soli dodici giorni dal termine ultimo per le presentazioni, previste per il 24 aprile come indicato dal delegato. Tali predisposizioni risultano essere non idonee per assicurare la massima pubblicità e la massima visibilità al progetto del Forum e alla data delle elezioni. Inoltre i gruppi, come il nostro, che hanno collaborato con l’amministrazione per la costituzione del forum stesso si troverebbero in una situazione di inaccettabile vantaggio per la competizione elettorale. Privilegio che non si allinea con le nostre idee e con quelli che vorremmo fossero i valori su cui fondare il Forum.

RICHIESTA DI RITIRO DELEGA – Le problematiche da noi indicate in questa lettera aperta sono state presentate anche al consigliere delegato che non ha ancora provveduto a risolverle. Fatto ancor più grave, che dimostra la poca dedizione alla carica affidatagli, è stata l’assenza, per ora ingiustificata, del consigliere all’incontro previsto all’ufficio Informagiovani per lunedì 4 marzo, appuntamento peraltro da lui stesso fissato. In definitiva riteniamo il lavoro e l’atteggiamento del consigliere inappropriato e assolutamente insufficiente, per questo chiediamo a lei Sindaco un intervento diretto per risolvere i nodi sopraelencati e ad esporli in un incontro con tutte le associazioni promotrici. La invitiamo anche a rivalutare l’affidamento della delega per ridare un nuovo impulso alle politiche giovanili.

Associazione DiversaMenteGiovani
Associazione Politica “Noi Re(si)stiamo Qui”