A fare la scoperta è stato un contadino

POZZUOLI –  La scoperta l’ha fatta un contadino che insospettitosi dalla presenza di alcune orme impresse nel terreno ha avvertito la Polizia. Per gli agenti, giunti sul posto, è stato poi un gioco da ragazzi seguire quei segni che li hanno condotti verso una coltivazione di marijuana proprio nel Parco degli Astroni, oasi del Wwf tra Napoli e Pozzuoli. In tutto sette piante di marijuana che sono state sequestrate oggi dagli agenti del commissariato di polizia Bagnoli.

L’ALLARME –  A segnalare la presenza delle piante ai poliziotti un agricoltore che da anni coltiva un podere all’interno di un cratere spento. L’uomo si era insospettito di alcune orme impresse nel terreno, che conducevano in una zona impervia recintata da filo spinato. Agli agenti, si spiega in una nota, è bastato seguire le tracce per accorgersi che, poco distante, oltre una scarpata, qualcuno aveva seminato delle piante di marijuana. L’intera area è stata bonificata e le piante estirpate e sequestrate.

REDAZIONE