l panni insanguinati del pedone investito in via Monterusciello

POZZUOLI –  Ancora sangue sulle strade puteolane.  Dopo appena 24 ore, quando le condizioni del 50enne investito venerdì in via Campi Flegrei erano ancora critiche, un altro pedone veniva travolto da un’auto in corsa. Questa volta accadeva a Monterusciello, terribile l’impatto. V.L., un 62enne di Pozzuoli, sbatteva con la testa contro il parabrezza anteriore dell’auto spaccando il vetro. Il suo volto insanguinato e una profonda ferita al capo che sarà rimarginata con numerosi punti di sutura alla testa. L’episodio in via Monterusciello, nei pressi dello svincolo della SS7Quater intorno alle 13.30 di sabato.

TRAVOLTO AD ALTA VELOCITA’ ? –  V.L. secondo le prime ricostruzioni effettuate sul posto dagli agenti del corpo di Polizia Municipale diretti dal Comandante Carlo Pubblico, stava attraversando la strada quando veniva travolto da una Nissan Micra alla guida della quale c’era T.U., 23 anni, anch’egli di Pozzuoli. Il giovane era in compagnia di un amico, anche in questo caso unico testimone dell’episodio. Stando alle condizioni dell’auto, col parabrezza completamente distrutto, pare che  il veicolo procedesse a forte velocità; mentre resta da capire come il conducente non si sia accorto della presenza del pedone in strada.

TEST TOSSICOLOGICI –  Soccorso da alcuni passanti, il 62enne veniva poi trasportato a bordo di un’ambulanza all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli dove è ricoverato in prognosi riservata. Nell’impatto l’uomo riportava un forte trauma cranico e contusioni multiple in tutto il corpo. Trasportato presso il nosocomio flegreo anche l’automobilista, uscito illeso dall’incidente ma sottoposto ai test tossicologici utili ad appurare se al momento dell’impatto l’uomo era alla guida sotto l’effetto di alcol o droghe. Intanto, la Nissan Micra veniva sottoposto a sequestro dal Magistrato di turno.

GENNARO DEL GIUDICE

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]