La folla mentre accerchia gli agenti della Polizia Municipale sul porto di Pozzuoli

POZZUOLI – Sabato sera di tensione a Pozzuoli dove decine di persone hanno accerchiato e inveito contro alcuni agenti della Polizia Municipale che avevano appena fermato un giovane clochard. L’episodio è accaduto nei pressi della Darsena  dove l’uomo era stato sottoposto a un controllo documentale. A far scoppiare la rivolta, stando al racconto dei presenti, i modi “bruschi” che gli agenti della Municipale avrebbero avuto nei confronti del giovane.

 

I FATTI – L’uomo G.M., 40 anni, nato a Roma e con precedenti penali per minacce, spaccio di sostanze stupefacenti e oltraggio a pubblico ufficiale, era uscito lo scorso 6 ottobre dal carcere di Livorno per poi trasferirsi a Pozzuoli. Ieri sera, intorno alle 20,30 era stato fermato dopo che gli agenti erano intervenuti a seguito di una richiesta di soccorso da parte di una ragazza che aveva raccontato alla Polizia di aver subito molestie in un vicolo della zona del porto.

 

LA REAZIONE – La scena del fermo avveniva sotto gli occhi di decine di persone nei pressi della Darsena. Stando alle prime ricostruzioni, l’uomo alla richiesta di esibire i documenti di identità avrebbe replicato di non averli con sè e che doveva andarli a prendere in uno spazio del Rione Terra da lui utilizzato come luogo di riparo. Risposta che, a detta di alcuni testimoni, avrebbe suscitato una “dura” reazione da parte degli agenti. A quel punto, notata la scena, numerosi passanti iniziavano ad urlare contro gli agenti, chiedendo di lasciare andare il clochard e mettere fine al controllo. Tensioni che duravano diversi minuti con la folla che seguiva gli agenti lungo il tratto che dalla Darsena conduce ai piedi dell’antica rocca, dove il clochard aveva detto di tenere i documenti. Poi l’arrivo della Polizia, i controlli e la tensione che finalmente scemava. L’uomo poco dopo è stato condotto dalla Polizia Municipale in ospedale per i controlli tossicologici e denunciato.

 

IL COMANDANTE –  Dura la reazione da parte del Comandante della Polizia Municipale di Pozzuoli Carlo Pubblico per i fatti accaduti «E’ molto spiacevole l’episodio accaduto stanotte specialmente per il comportamento della gente che invece di aiutare la Polizia ha difeso un soggetto con numerosi precedenti penali che poco prima aveva infastidito una ragazza. Noi, insieme alla Polizia, ai Carabinieri e alla Guardia di Finanza lavoriamo per tutelare e difendere i cittadini, non certo per fare gli affari nostri»

 

GENNARO DEL GIUDICE

 

LE FOTO (di Enzo Buono)

[cronacaflegrea_slideshow]