A Scampia tre spacciatori arrestati e demolite le strutture dove si vendeva la droga

NAPOLI – Operazione alto impatto a Scampia. In manette, nelle ultime ore, tre spacciatori della zona. R. D., nato a Napoli, di 20 anni, residente a Mugnano di Napoli sorpreso dagli agenti del Commissariato di Scampia mentre spacciava dosi di eroina nei pressi del lotto U di via Ghisleri. L’operazione ha consentito anche di sequestrare 30 dosi di sostanza stupefacente del tipo eroina, celate dallo spacciatore all’interno di una bottiglia di plastica, e la somma di denaro di euro 310, provento dello spaccio. A carico dell’arrestato l’autorità giudiziari disponeva il processo per direttissima.

EVADE DAI DOMICILIARI – I controlli continui hanno  poi permesso di trarre in arresto il noto pregiudicato P. S., nato a Napoli, di 24 anni e qui residente, sorpreso in compagnia di altre persone fuori dal luogo dove è ristretto agli arresti domiciliari. Lo S., alla vista degli agenti ha tentato la fuga, ma è stato rincorso e bloccato mentre tentava di rientrare nella sua abitazione dalla quale era evaso.

ABOLITE LE COSTRUZIONI DI SPACCIO – Rintracciato e tratto in arresto anche A. P., 20enne, nato e residente a Napoli, nei cui confronti l’autorità giudiziaria ha disposto la custodia in carcere in quanto in più occasioni segnalato per inosservanza degli obblighi cui era sottoposto per reati commessi da minorenne.  Infine, al  Lotto H e al lotto G gli agenti di Scampia, insieme ai Vigili del Fuoco, hanno demolito due costruzioni abusive utilizzate come luogo di ritrovo degli spacciatori del quartiere in attesa degli acquirenti. Una di queste strutture era in precedenza utilizzata da un rivenditore di frutta e verdura allontanato dagli spacciatori in quanto intralciava, con il suo lavoro, la loro attività di spaccio.