L'auto danneggiata nel crollo

Cede l’intonaco, paura in via Marziale, località Bellavista, dove poco prima delle sedici l’intonaco di uno dei palazzi delle cooperative Castello ha ceduto precipitando al suolo. Fortunatamente senza colpire nessuno. Vista l’altezza dalla quale si è staccato l’intonaco, se le pietre avessero colpito qualcuno, forse l’epilogo sarebbe stato più grave.  Nel crollo è stata danneggiata l’autovettura di un residente parcheggiata sotto casa proprio nel punto in cui le pietre sono piombate.

 

La dinamica – Parte del rivestimento in mattoni dell’edificio si è staccata e la tenda parasole del piano inferiore ha fatto da scivolo permettendo che le pietre  raggiungessero il suolo. Più di un’auto era parcheggiata nei pressi della palazzina. Sul posto giungevano i vigili del fuoco che provvedevano alla “messa in sicurezza” della zona,  escludendo così una situazione di imminente pericolo. Parte dell’intonaco veniva rimosso per evitare ulteriori problemi . Il fabbricato urge di un’immediata manutenzione. Le forze dell’ordine hanno preso i dati dell’amministratore del condominio, Merone Nunzio, per segnalare l’impellente necessità d’intervento sull’immobile. Nel frattempo la zona è stata interdetta al passaggio di auto e pedoni.Poteva essere tragedia – chiunque si sarebbe potuto trovare in giardino per una passeggia dopo pranzo o ancora molti sono i bambini che giocano nello spiazzale di fronte casa in bici o a piedi. Il palazzo è stato costruito venticinque anni fa. Non si effettuano lavori di manutenzione e ristrutturazione dal oltre dieci anni. Alcuni condomini spiegano: “Lo stabile necessita di lavori urgenti da almeno tre anni, siamo in tanti e non si riesce a giungere a un accordo condominiale”.

ROBERTA LUCCI
[email protected]

La palazzina interessata dal crollo