Il 40enne ha minacciato la sua ex con un grosso coltello da cucina

NAPOLI – I poliziotti dell’ Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato un cittadino algerino di 48 anni, per essersi reso responsabile dei reati di rapina aggravata e lesioni personali dolose. La scorsa notte, gli agenti a seguito di richiesta di aiuto giunta al 113 per persona rapinata, sono intervenuti in Piazza Garibaldi.

 

LA RAPINA – Giunti sul posto, i poliziotti hanno accertato che, poco prima, il 48enne armato di coltello, si faceva consegnare il marsupio contenente un cellulare e documenti personali da un passante che,  spaventato, ha urlato invocando aiuto. In quella circostanza, due uomini, udite le urla della vittima, sono intervenute tentando di bloccare l’aggressore. Né è nata una colluttazione ed i due soccorritori, feriti dal 48enne, per le lesioni riportate, sono quindi dovuti ricorrere alle cure mediche ospedaliere.

 

L’ARRESTO – I poliziotti, immediatamente intervenuti, hanno raggiunto il 48enne, poco distante dal luogo della rapina  e lo hanno bloccato. A seguito del controllo, gli agenti hanno quindi rinvenuto indosso al rapinatore, un coltello a serramanico, nascosto sotto una bandana avvolta sull’avambraccio e lo hanno sequestrato. Il marsupio è stato recuperato e consegnato alla vittima. I poliziotti hanno arrestato l’uomo, denunciato inoltre in stato di libertà per violazione alla legge sull’immigrazione e lo hanno accompagnato al carcere di Poggioreale.