CALVIZZANO – Tragedia sfiorata questa notte a Calvizzano per una questione di cuore. Coinvolti in una colluttazione un 36enne e un 27enne. Oggetto del contendere una ragazza del posto di 30 anni. La zuffa si è conclusa in ospedale: il 36enne è stato trasportato al pronto soccorso del Cardarelli di Napoli per contusioni alla testa e alcune escoriazioni. La ragazza, dopo aver avuto una storia con il 36enne di Marianella, ieri sera è stata sorpresa in una discoteca con il 27enne, originario di Giugliano. Una situazione difficile da digerire per l’ex. Nei pressi dell’abitazione della 30enne i due hanno infatti avuto un diverbio durante il quale il 27enne ha preso dall’abitacolo della sua auto una pistola, poi verificata essere a salve e priva di tappo rosso. Il giovane ha esploso 3, 4 colpi in aria e colpito poi il 36enne alla testa con il calcio dell’arma.

LA DENUNCIA – Immediato l’intervento dei carabinieri della stazione di Calvizzano che hanno rinvenuto tre bossoli, un proiettile a salve e parti della pistola danneggiata. I militari dell’Arma, coordinati dal comandante Francesco Tessitore del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marano, hanno anche identificato l’aggressore che si è poi presentato spontaneamente sul luogo dei fatti riferendo la sua versione e consegnando la pistola scenica. La ferita riportata dalla vittima è stata refertata con 25 giorni di prognosi. Il 27enne è stato invece denunciato per lesioni aggravate e porto abusivo di pistola.