Pasquale Di Bonito Sindacato UNIAT Pozzuoli

Case popolari a Monterusciello

E’ fatta. Sarà mezza frittata o meno ma la sanatoria per gli occupanti abusivi o senza titolo degli alloggi di edilizia residenziale pubblica ( ERP ) ha avuto il battesimo. La Legge Regionale n°1/2007 e la pubblicazione sul Burc n° 6 del 28 gennaio 2012 avente titolo ” Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Campania” la cosiddetta legge regionale finanziaria tra il groviglio di capi e relativi articoli atti a regolamentare crediti e debiti, sospesi , tributi e rideterminazioni varie di importi all’articolo 16 viene dato il compito di una modifica alla Legge Regionale 18/97 ( Disciplina per l’assegnazione degli alloggi ERP )inserendo un nuovo articolo , il 2 bis che da la possibilità a tutti coloro che non avevano prodotto istanza di regolarizzazione del rapporto locativo ai sensi delle Leggi Regionali 13/2000 e 10/2001 di poterlo fare nei prossimi 180 giorni dando mandato agli IACP di pubblicizzare ampiamente e di inviare lettera raccomandata agli interessati ( sic! ); poi sostituisce il comma 5 dell’art.14 con un medesimo che recita: nell’assegnazione dell’alloggio per trasferimento o abbandono dell’assegnatario subentrano i parenti di primo grado in linea retta o collaterale componenti il nucleo familiare da almeno 5 anni. Poi si arriva al penultimo articolo, il 52 dall’eloquente titolo ” Abrogazioni e modifiche di disposizioni legislative ” che incasella al comma 23 la modifica alla Legge Regionale 13/2000 sulle regolarizzazioni abusive e il risarcimento danni alla P.A. fissando la data di residenza dell’occupante per poter accedere alla regolarizzazione al 31 dicembre 2009 e subordinando al parere il provvedimento di sanatoria degli Istituti gestori al parere del Comune di riferimento disponendo poi l’aumento sanzione da un minimo di 15 mila ad un massimo di 25 mila euro per coloro che ” cedono ” o si allontanano dall’allloggio senza dare comunicazione. Ecco,si è giunti così a quello che moltissimi, intendo la stragrande maggioranza di occupanti senza titolo che sono in possesso dei requisiti per la regolarizzazzione ,da anni si aspettavano per liberarsi dalle ansie e dai timori di uno sgombero ma…perchè poi al 31 dicembre di due anni fa? In due anni ogni comune ha registrato ancora decine e centinaia di occupazioni, quindi quali le ragioni dei legislatori nostrani di tenere fuori centinaia se non migliaia di abusivi? sono intenzionati a mostrare facce feroci? Nei confronti di chi poi ha sbagliato di un giorno, due mesi, qualche anno l’occupazione? Se sanatoria doveva esserci che fosse stata se non alla data della legge almeno al 31 dicembre 2011 e da lì dare disposizioni a Comuni e Forze dell’Ordine a non consentire nè una nè occupazione di alloggio che non sarebbe stata perseguita. La fotografia certa dell’utenza legittima e regolarizzata, le rassicurazioni per un principio di legalità,un tavolo di discussione volto , una volta per tutte a mettere sul tappeto questioni diverse: dall’ambiente alla vivibilità, dalla sicurezza allo sviluppo del territorio. Noi Sindacati della casa siamo alla ricerca di soluzioni non di complicazioni o difficoltà nè di pannicelli caldi che periodicamente lacune e carenze, omissioni e vuoti amministartivi ci lasciano in eredità.Poi l’ultimo interrogativo: tra le norme e le modifiche atte a ridurre spese o produrre introiti questi 2 articoli che interessano la problematica ERP che beneficio porteranno alle casse locali? Registrazioni di nuovi contratti? che io sappia tra comune e IACP le volture in itinere in attesa sono a migliaia e da decenni. Aumento della sanzione? Alzi la mano chi conosce qualcuno che nel passato ai sensi della legge 13/2000 ha sborsato i 5 milioni per essersi allontanato senza dare comunocazione al gestare.O magari ci sarà un beneficio per le casse Iacp o Comunali per i canoni? Nemmeno perchè questi , come per i legittimi assegnatari anche quelli degli occupanti sono determinati in base al reddito. Quindi? Le mancate registrazioni di contratti significano annualmente mancati aggiornamenti istat del canone e mancate imposte di registro non versate. Questo avveniva con la ” maledetta Romeo “. Mah, chissà che poi non si è sempre gli stessi a pagare pur non pagando.

Grazie per l’attenzione.