Non si fermano all'alt della polizia e si danno alla fuga

NAPOLI – Denunciati due ragazzi di 18 e 17 anni accusati di resistenza e lesioni personali e dolose a Pubblico Ufficiale. Le denunce sono scattate anche per i genitori del minorenne che inoltre guidava senza patente. I genitori di quest’ultimo, un uomo di 39 annied una donna 34enne, si sono resi responsabili dei reati di minacce ed oltraggio a pubblico ufficiale.

SI DANNO ALLA FUGA – La scorsa notte, gli agenti in servizio di controllo del territorio del Commissariato Dante, nel percorrere via Filangieri di Candida Gonzaga, hanno notato i due minori a bordo di scooter che, alla vista della volante hanno tentato di dileguarsi. I poliziotti hanno intimato l’ “alt polizia” al 17enne che era alla guida del mezzo ma lo stesso, noncurante dell’ordine impostogli ha accelerato la velocità di marcia fuggendo in direzione via Acton mentre il 18enne seduto posteriormente, con il piede, ha tentato di coprire la targa dello scooter.

INSEGUIMENTO – Dopo un rocambolesco inseguimento i due giovani, perdendo il controllo del mezzo sono caduti mentre si trovavano all’incrocio tra via Vittorio Emanuele III e via Santa Brigida. I poliziotti hanno quindi bloccato i due fuggitivi che, nonostante le ferite riportate per la caduta dallo scooter inveendo contro gli agenti, li hanno colpiti con calci e pugni. Allertati quindi i soccorsi i due giovani sono stati trasportati presso le strutture mediche ospedaliere per le ferite riportate.

LE INGIURIE DEI GENITORI – In quella circostanza, una ressa di persone, tra cui i genitori del 17enne sono giunti sul luogo dell’ incidente ed hanno cominciato ad inveire contro gli agenti. In particolare il padre del ragazzo, sottoposto al regime degli arresti domiciliari e la madre hanno inveito contro i poliziotti pronunciando in dialetto frasi ingiuriose.