I tre sfidanti

POZZUOLI –  La matematica non è un’ opinione ed anche in tempo di crisi due più due fa sempre quattro ed i nostri pseudo politici cittadini i conti li sanno fare bene. Basta impugnare i dati elettorali di un anno fa ed una bella calcolatrice per far uscire un numero, anzi un dato abbastanza attendibile. Partiamo dalla coalizione di centrodestra che alle scorse amministrative con il candidato a sindaco Agostino Magliulo aveva totalizzato 22687 preferenze facendo passare l’ingegnere al primo turno, mentre la coalizione di centrosinistra per un soffio non riuscì a raggiungere l’agognato ballottaggio raggiungendo 19303 preferenze. Il tutto su un totale di 45265 voti validi che hanno determinato la vittoria di Magliulo al primo turno con una percentuale del 50,12%.

IL NUOVO SCENARIO – La frammentazione del centrodestra che vede da una parte il  transfugo del Partito Democratico Alfonso Artiaco e dall’altra il vecchio transfugo sempre del centrosinistra Filippo Monaco (non ci dimentichiamo i suoi trascorsi nelle giunte di centrosinistra) candidato con il Pdl andrebbe inevitabilmente a dividere i voti della coalizione di centrodestra che alle passate amministrative ha supportato Magliulo, andandosi a dividere una torta di preferenze pari a 22687. Per il Pd con Figliolia un totale di 19303 voti che lo stesso candidato a sindaco dovrebbe riconfermare essendo supportato bene o male dalla stessa coalizione.

LA VARIABILE VINCENTE – L’Udc sarà la variabile vincente, ma potrà esserlo solo per il centrosinistra in quanto se andiamo a sommare alle 19303 preferenze di Enzo Figliolia le 3142 che il partito di Casini ha totalizzato l’anno scorso in coalizione con Magliulo, il candidato di centrosinistra schizzerebbe a quota 22445. Secondo i bene informati che sentono la pancia del popolo degli elettori la percentuale dei voti validi dovrebbe scendere sensibilmente da 45265 ad almeno 44000 voti validi determinando così che il candidato che raggiunge la metà più uno dei voti validi potrebbe essere eletto Sindaco al primo turno, dunque Figliolia con 19303+ L’udc con 3142= 22445 ovvero su 44000 voti validi più del 50%.

TEMPO FINO A MARTEDI’- Molto però dipenderà dalla formazione delle liste a da quali cavalli vincenti o perdenti saranno inseriti nelle compagini elettorali dei vari schieramenti. La chiamata alle armi è per tutti, alcuni raccontano la solita frottola di inserire nelle liste la società civile restando sempre però i capolista politici di professione. Quello che ci auguriamo è che chiunque si candiderà e chiunque sarà eletto questi calcoli non se li sia mai fatti ed invece abbia pensato ed elaborato un programma serio per il governo della città con precedenza allìordinaria manutenzione per fare spazio alla vivibilità da parte del cittadino, mettendo da parte coloro che vogliono raggiungere quella poltrona solo per beceri interessi personali.

GENNARO MAIONE
[email protected]