Manifesti abusivi (foto positanomylife.blogspot.com)

Da:
di roberto antonio
[email protected]

Messaggio:
Carissima Redazione,
in queste settimane di campagna elettorale , ho letto con attenzione tutte le vostre recinzioni politiche sia dei candidati al Sindaco sia delle loro coalizioni. Come non notare che 3 candidati su 5 fino a qualche tempo fà , militavano nella stessa forza politica , ricoprendo ruoli importanti istituzionali. L’altra cosa che salta subito agli occhi è la coerenza politica dei
vari schieramenti , composti da candidati che hanno più volte cambiato casacca passando dal CentroSinistra al CentroDestra è viceversa.

E’ vero gli ideali non esistono più , almeno la coerenza . In queste settimane tutti hanno detto di tutto eppure , forse mi è sfuggito , nessuno dei candidati , vedi anche nelle risposte alle vostre 4 domande, nessunoha toccato il ripristino
della legalità cosa più grave a mio parere , nessuno di loro ha mai pronunciato la fatitica parola “Camorra ” parola che nella nostra città esiste e gestisce buona parte della sua economia. Parlo di quella Camorra che negli anni 90 ha fatto 15 morti nella nostra città e decine di feriti tra cui anche cittadini innocenti.

Camorra che con i suoi tentacoli ha fatto sciogliere per infiltrazioni un Consiglio Comunale della nostra città che era sempre ricordata come un baluardo di democrazia contro il male affare , grazie anche alla presenza di una vera classe operaia. Tutte le forze politiche parlano del progetto del Waterfront. Mi chiedo e chiedo ai candidati sindaci. Un progetto che vede per la sua realizazione la spesa di oltre 500 milioni di Euro farà gola alla Malavita Organizzata! Quali sono le vostre proposte per evitare eventuali infiltrazioni? Di questo in queste settimane non c’è stata nessuna proposta, almeno io non lo letta.

E’ poi Pozzuoli ha bisogno del ripristino della legalità , non dei tutor per il controllo della velocità , ha bisogno che i cittadini possono passeggiare sul Lungomare Pertini senza essere investiti da Motoveicoli o assaliti da venditori ambulanti , che non siano assaliti da parcheggiatori abusivi oramai padroni di intere aree, che sia controllata l’occupazione di suolo pubblico per non parlare delle spiagge , visto che oramai, principalmente a Via Napoli, fra poco non ci sarà più una scogliera ma solo una grande pedana di legno. La ricetta , c’è la necessità che Pozzuoli sia amministratata , per la risoluzione di questi problemi , da una giunta che non guardi in faccia a nessuno, con l’alzata di un muro di gomma verso eventuali sirene della Camorra , perchè se non si fa quadrato contro la camorra non c’è sviluppo per la nostra bella è cara Pozzuoli.

Antonio Di Roberto