il sindaco di Quarto Massimo Carandente Giarrusso

QUARTO/POZZUOLI –  A tutte le alte cariche Istituzionali, al Prefetto, a tutti i cittadini,
in questo momento di difficoltà per il paese che rappresento, è opportuno, doveroso, appellarmi all’impegno totale, di tutti, nella difesa non solo della città di Quarto ma dell’intero territorio flegreo. Quarto, un paese di 40 mila abitanti, è stanco di essere ricordato solo ed esclusivamente per azioni che vogliono svalutare il territorio ma è quello che sta ancora una volta accadendo: un altro abuso, l’ennesimo, sta per essere perpetrato in località Castagnaro, zona che insiste politicamente su Pozzuoli ma territorialmente a Quarto.

Mentre insieme ai comuni dell’ambito domitio – flegreo discutiamo dell’accordo di programma, il dottor Vardè prosegue per la sua strada, all’oscuro di tutti con un unico obiettivo: rendere la cava del Castagnaro una discarica; una discarica vera e propria e lo dimostrano i progetti definitivi: non basta la discarica di località Pisani, non basta Giugliano, Villaricca?
Siamo circondati da spazzatura, montagne di spazzatura eppure non basta tutto ciò!

Noi non vogliamo sottrarci al nostro dovere civico ma nemmeno vogliamo essere considerati cittadini di serie B: secondo noi è doveroso che il dottor Vardè sospenda la sua attività definitivamente!
Ci appelliamo al Prefetto De Martino affinchè fermi l’iter avviato: mi è stato comunicato che a breve inizieranno i carotaggi nella zona.  Mi appello al senso civico dei cittadini, non solo di Quarto ma di tutta l’area flegrea auspicando che tutti manifestino pacificamente, nei modi e nelle forme costituzionalmente previste. Mi appello ai Sindaci dei Comuni vicini, ai candidati a Sindaco di Pozzuoli: che esternino pubblicamente il loro dissenso e manifestino il loro appoggio nella tutela e nella salvaguardia del nostro territorio.

Il Sindaco
Massimo Carandente Giarrusso