Il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia

da: Ciro Di Francia

Caro Sindaco,

in questo periodo Equitalia sta notificando le cartelle di pagamento della TARSU. Voglio anzitutto riconoscere che è merito della Sua amministrazione se a Pozzuoli è stato abbondantemente superato il 40% della differenziata, anche se non è condivisibile la raccolta a macchia di leopardo . Questo risultato, però, avrebbe dovuto comportare un beneficio per i cittadini, con una riduzione della tassa, ma così non è stato, in quanto si registra un incremento notevole. Per una casa di circa 100 metri quadrati , come la mia, si passa da 361 del 2009 a 479 del 2010, a 536 del 2011 a 630 del 2012. Per lo stesso appartamento a Casoria si paga 284 euro, molto meno della metà e se ci spostiamo a Milano siamo sulle stesse cifre. E ciò senza entrare nel merito dei criteri stabiliti dalla legge che prevede il calcolo a prescindere dal nucleo familiare e dal reddito, in barba al principio costituzionale della progressività.

Dal momento che in questa città partiti e sindacati non riescono a rappresentare le problematiche vere delle fasce più deboli, io ritengo che Lei, che lo scorso anno ha ottenuto un vasto consenso, abbia il dovere, congiuntamente agli Assessori al ramo (finanze e rifiuti), di organizzare una assemblea cittadina, per dare una spiegazione chiara e convincente. E se questa procedura non è condivisa, dovrebbe almeno indirizzare una lettera ai suoi concittadini, come ha fatto in qualche altra occasione.

In questa sede preferisco tralasciare l’IMU, ma voglio affermare che è vergognoso continuare a prendere in giro gli elettori.

Le auguro buon lavoro e La saluto cordialmente.

Ciro Di Francia

Pozzuoli, 18/01/2013