Un autobus CTP (foto freeforumzone.leonardo.it)

CAMPI FLEGREI –  La denuncia arriva dalla neo sigla sindacale nazionale rappresentativa di categoria all’interno del trasporto pubblico locale della regione Campania in particolare presente nella Compagnia Trasporti Pubblici  “CTP” . In quest’ultima afferma una nota della segreteria nazionale di comparto che “siamo di fronte a un dato preoccupante quello delle aggressioni agli operatori di esercizio e personale viaggiante da parte di molteplici utenti che si rendono responsabili di fronte alla richiesta di esposizione del biglietto oppure al solo scopo di aggredire in modo vile e gratuito l’autista. Tutto questo è inaccettabile sbottano dalla segreteria di comparto , in un paese civile e degno dei servizi ci dovrebbero essere dei controlli preventivi e anche repressivi contro queste condotte ingiustificabili ed ignobili.

INTERVENTO FORZE DELL’ORDINE –  Sappiamo – continua la nota USIPE TPL ,-  che l’azienda CTP sta mettendo in campo progetti per la sicurezza , ma crediamo che tutto ciò non basti in quanto, gli autisti e il personale viaggiante continua ad essere oggetto di aggressioni con conseguenze inevitabili che si ripercuotono anche sul servizio. Chiediamo invece che sia da subito attivato un servizio mirato e specifico diverso da quello attuale di un intervento “repressivo” delle Forze dell’Ordine, per evitare che le varie situazioni degenerino, pone all’attenzione del giudizio comune il fenomeno della mancata “prevenzione” e nell’interesse primario della sicurezza dei passeggeri e in particolare del personale viaggiante compreso l’autista.

MAGGIORE SICUREZZA –  Occorre necessariamente – sostengono dall’Usipe Tpl  – innalzare il livello di sicurezza sui mezzi di trasporto pubblico sia in città che in provincia. Non si può più tollerare tale bulla arroganza sui mezzi pubblici anche salvaguardando quei utenti civili che pagano il biglietto e i lavoratori che, quali incaricati di pubblico servizio, cercano di assolvere al meglio, seppur tra mille insidie, un “servizio di pubblica utilità” nella piena solitudine abbandono da parte di chi dovrebbe in teoria difenderli.

AUTISTI AGGREDITI –  Nell’esprimere vicinanza e solidarietà agli autisti che nell’ultimo periodo sono stati oggetti di aggressioni vigliacche, come per esempio quello che accade per la protesta dei rifiuti o altre manifestazioni, noi proponiamo ancora una volta come chiesto in altre realtà la costituzione di un tavolo di lavoro composto da rappresentanti del CTP, Prefettura e Questura, Provincia e Comune di Napoli e provincia di Caserta, compreso i comuni del napoletano e del casertano e rappresentanze sindacali al fine di addivenire alla decisione di dotare tutti i mezzi di telecamere di videosorveglianza su cosa accade all’interno degli autobus e di consentire in modo uniforme a tutti gli agenti delle forze dell’ordine di viaggiare gratis sui mezzi di trasporto pubblico per fini preventivi! In questo modo – concludono dalla segreteria di comparto Usipe-Tpl –  verrebbe incentivato l’uso del mezzo pubblico, diminuirebbe l’inquinamento prodotto dai gas di scarico delle automobili e coloro che, anche quotidianamente, viaggiano in autobus si sentirebbero certamente più sicuri, studenti, persone anziane ed autisti compresi!”

CS