Il cane "evaso per amore"

LAGO PATRIA –  Poco dopo le 21.00 di ieri sera (giovedì 3 gennaio) i poliziotti del commissariato di Polizia Giugliano sono intervenuti in via Signorelli a Patria in località Lago Patria dove dei cittadini avevano notato un cane di grossa taglia legato ad un palo. All’’arrivo dei poliziotti vi era già un’’ unità del VII reggimento Bersaglieri di Altamura, preposti alla vigilanza della nuova base NATO, che avevano dato da mangiare e fatto bere l’’animale facendogli sgranchire le gambe.

LA FUGA –  Il cane, un esemplare di bullmastiff docile e socievole si è voltato quando un astante lo ha chiamato per nome: “”Michele”.” Ed a questo punto gli agenti hanno accertato che l’’animale era di un contadino che abitava poco distante. I poliziotti sono riusciti a contattare il proprietario che non si era accorto “dell’ evasione” del cane, spiegando che qualche volta riesce a rompere la rete di recinzione e a seguire qualche cagna di passaggio.