I "cannolicchi" sequestrati

CAMPI FLEGREI –  Sequestrati 700 chili di “cannolicchi”. L’operazione da parte degli uomini della Guardia Costiera di  Castelvolturno alle prime luci dell’alba. I militari, al comando del Maresciallo Salvatore Sapio, hanno condotto un’ operazione di polizia marittima volta al contrasto della pesca di frodo lungo  il litorale Domizio di Castel Volturno ed in particolare nella fascia di mare antistante località Pinetamare del Comune di Castel Volturno. L’operazione si è svolta in mare con l’ausilio del battello pneumatico “GC  282” (mezzo nautico in dotazione all’Ufficio Locale Marittimo di Castel Volturno già utilizzato nella scorsa estate durante l’operazione “Mare Sicuro 2012”) dove a bordo un nucleo di Polizia Giudiziaria della Guardia Costiera intercettava tre Motobarche da pesca intente alla pesca del “cannolicchio” in acque non consentite in quanto ancora non classificate idonee dall’Ente Sanitario preposto.

Il Comandante Andrea Pellegrino

IL SEQUESTRO –  I militari, intercettati i pescherecci, procedevano a salire a bordo degli stessi per verificare di fatto il quantitativo del pescato presente a bordo  che per ogni singola unità consisteva in svariate centinaia di chilogrammi. Prontamente i militari intimavano ai comandanti dei pescherecci di far cessare l’attività illecita e di rientrare al proprio posto d‘ormeggio dove ad attenderli vi era altro personale militare che ha proceduto al sequestro degli attrezzi da pesca e al sequestro di circa 700 Kg.  di cannolicchi. Altresì  si elevavano verbali amministrativi per circa 15.000€ e venivano “assegnati” ai comandanti delle Draghe Idrauliche ed agli stessi armatori n° 6 Punti di penalità.
Nella stessa attività di polizia marittima  venivano controllate altre unità navali alcune delle quali erano destinate al di porto ma di fatto utilizzate da pescatori abusivi per la pesca di frodo. Anche in questo caso i militari procedevano al sequestro degli attrezzi (reti da posta), del pescato e ad elevare verbali amministrativi per migliaia di euro.

L’OPERAZIONE –  si inserisce nell’ambito dei serrati controlli che la Guardia Costiera di Castel Volturno  svolge, coordinata dal Tenente di Vascello Capitano Andrea Pellegrino Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzuoli,  per assicurare il  rispetto delle norme relative alla pesca professionale. Tali operazioni proseguiranno  anche per i prossimi giorni, al fine di prevenire e, dove necessario, reprimere i comportamenti  connessi alla pesca indiscriminata lungo la costa.