Al convegno parteciperanno i sindaci dei comuni flegrei

CAMPI FLEGREI – Un convegno di studio sull’’economia e lo sviluppo dell’’area flegrea e strumenti di contrasto alla camorra. È il tema dell’’evento organizzato da “Libera” e da “Sos Impresa-Rete per la Legalità” che si terrà venerdì 5 aprile, dalle ore 9,30, nell’’Auditorium del Seminario Maggiore al Villaggio del Fanciullo, in via Campi Flegrei 12.

IL FUTURO – In vista degli ingenti finanziamenti pubblici (fondi Pirap, fondi Più Europa, fondi Por Fesr – Progetto Grandi Laghi) che saranno investiti sul territorio flegreo, le amministrazioni pubbliche dell’’area saranno protagoniste nella gestione di questa straordinaria spesa. Un settore, quello dei finanziamenti pubblici, che ha sempre interessato le organizzazioni criminali, specie in Campania dove sono diventati organizzazioni criminali imprenditrici “specializzate” nel settore edile. Non si tratta certo di una equazione: finanziamenti pubblici uguale infiltrazioni camorristiche; ma le amministrazioni, che nel tempo hanno governato i Comuni dell’’area flegrea, si sono spesso scontrate, nella loro storia, con ingerenze camorristiche, proprio in questi settori e nella gestione di lavori pubblici.

LA MANO DELLA CRIMINALITA’ – Attualmente l’’area flegrea è ancora centro d’’interessi criminali. Da queste considerazioni preliminari nasce l’’esigenza di una riflessione e di un dibattito in occasione di una nuova prova che questo territorio si prepara ad affrontare. La società civile, in particolare “Libera” e “Sos Impresa-Rete per la Legalità”, che stanno agendo da tempo sull’’area dei Campi Flegrei, promuovono questa giornata di studio e riflessione, ma anche di dibattito, sul tema della gestione dei fondi pubblici e sugli strumenti necessari per contrastare i tentativi di infiltrazioni camorristiche.

L’EVENTO – è organizzato da Libera – Coordinamento Campi Flegrei e Sos Impresa-Rete per la legalità. In collaborazione con Avviso Pubblico, Cgil, Cisl, Uil, Fondazione Paulus, Associazione Amico del Cuore, Dialogos per la Comunicazione Sociale, Associazione Centro di Documentazione e Ricerca contro la camorra, Centro Studi per il Volontariato della Diocesi di Pozzuoli e Road Tv Italia.

IL PROGRAMMA –  Inizio alle ore 10 con introduzione di Luigi Cuomo (Coordinatore Nazionale di Sos Impresa-Rete per la Legalità) e Aldo Cimmino (Libera). Prima sessione ore 10,30 “Programmazione economica e strumenti di contrasto alle infiltrazioni camorristiche”. Interventi di monsignor Gennaro Pascarella (vescovo di Pozzuoli), Vincenzo Figliolia (sindaco di Pozzuoli), Ermanno Schiano (sindaco di Bacoli), Francesco Paolo Iannuzzi (sindaco di Monte di Procida), Vincenzo Greco (commissario prefettizio di Quarto). “La programmazione economica e le prospettive territoriali”; Gabriele Santoni (coordinatore Nazionale di Avviso Pubblico) “Gli enti locali nella formazione civile contro le mafie”; Marcello Tocco (coordinatore dell’Osservatorio Socio-Economico del Cnel sulla criminalità) “Il controllo dei fenomeni di penetrazione mafiosa nei finanziamenti pubblici”; Angelo Lancellotti (vicepresidente associazione Costruttori Edili Napoli) “Il contrasto alle infiltrazioni mafiose nell’’impresa dello sviluppo”; Giovanni Melillo (Procuratore Aggiunto della Repubblica di Napoli) “I meccanismi economici e politico-amministrativi delle infiltrazioni camorristiche”; Antonio D’Amore (referente provinciale di Libera Napoli) “L’economia sociale e lo sviluppo del territorio”. Modera Nello Mazzone. Seconda sessione, ore 16,00 “La dialettica tra le parti sociali”. Intervengono Alfonso Viola (Cgil Campania), Luciana Del Fico (Uil Campania), Giampiero Tipaldi (Cisl Napoli), don Fernando Carannante (vicario episcopale alla Carità della Diocesi di Pozzuoli). Moderano Carmen Del Core e Ciro Biondi (Coordinamento flegreo di Libera).

 

 C.D.C.