Il 12 dicembre a Pozzuoli si discute di salute e di rifiuti tossici

POZZUOLI –  Gli affari realizzati attraverso lo smaltimento dei rifiuti tossici non solo hanno avvelenato le terre della nostra regione, in particolare della provincia di Napoli e di Caserta, ma hanno anche provocato una epidemia oncologica. ACLI Dicearchia Pozzuoli e l’Osservatorio per la tutela dell’ambiente e della salute hanno organizzato, pertanto, un convegno per la presentazione del libro ” Campania, terra di veleni”, dei professori Antonio Giordano (oncologo) e Giulio Tarro (virologo), che si terrà il giorno 12 dicembre 2012, alle ore 17.00, presso l’auditorium “A. D’ambrosio” dell’ Isis “G.Tassinari” di via Fasano, a  Pozzuoli.

I LAVORI –  saranno introdotti dall’avvocato Giovanna Di Francia, presidente ACLI Dicearchia Pozzuoli e conclusi da Ciro Di Francia, presidente osservatorio per la tutela dell’ambiente e della salute. Interverranno: gli autori del libro-denuncia, i professori Giordano e Tarro; il professor Antonio Marfella (oncologo, responsabile Isde Campania); Franco Cammino, assessore all’ambiente del comune di Pozzuoli ed il professor Franco Fumo, assessore alla cultura.

L’INIZIATIVA –  rappresenta la prima tappa di un progetto che da una parte vuole coinvolgere i diversi livelli istituzionali per risanamento e riqualificazione ambientale, e dall’altra vuole perseguire l’obiettivo dell’acquisto del bioscanner, scoperta rivoluzionaria del professor Clarbruno Vedruccio, riconosciuta dal servizio sanitario nazionale, per contribuire a potenziare il servizio di prevenzione sanitaria sul territorio.