quartograd3QUARTO – Non poteva iniziare meglio di così il 2017 del Quartograd. Non poteva esserci esordio migliore per Daniele Gelotto, alla prima da allenatore sulla panchina flegrea. Pioggia e vento non hanno fermato la fame di vittoria né la passione di chi,sugli spalti, cantava senza sosta. Per la sedicesima giornata, la prima del girone di ritorno, Gelotto schiera Liguori tra i pali, De Vivo e Saady centrali con Falivene e D’Ascia terzini; Maddaluno e Torino in regia, Dente e Nasti sulle fasce; in avanti Vacca e Monda.

PRIMO TEMPO – La prima conclusione della gara arriva dopo 2’, con Vacca che non riesce a dare forza al tiro dopo essere rientrato col destro. I flegrei mostrano, da subito, di avere una marcia in più. Al 5’, dopo aver raccolto un cross di Falivene dalla destra, è Gennaro De Vivo ad aprire le danze: perfetto il tempo di inserimento e lo stacco di testa che batte Prete. La Sangennarese prova a reagire ma non riesce ad arginare gli esterni flegrei, incontenibili sulle corsie. Al 9’ Monda sfiora il raddoppio con un intervento in scivolata che scavalca Prete e sfiora il primo palo. E’ soltanto il preludio alla seconda rete. Un minuto dopo, infatti, Vacca s’invola sulla sinistra e crossa basso in area di rigore: Monda raccoglie e scaraventa in rete col mancino. Uno-due micidiale e gara in discesa per i flegrei, che si limitano a far girare la sfera affondando di tanto in tanto sulle fasce. Gli ospiti impostano il gioco dalla difesa, ma sono costretti a continui e inefficaci lanci lunghi, preda di un insuperabile “san” Gennaro De Vivo. Al 39’, però, la Sangennarese approfitta dell’unica incertezza difensiva flegrea e accorcia le distanze con Crisantemo, bravo nel trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Il Quartograd si ridesta e aumenta subito l’intensità di gioco, andando vicino alla terza rete con Dente che, di testa, sfiora la traversa.
LA RIPRESA – Nella ripresa va in scena lo stesso copione visto nella prima frazione. Il Quartograd ha un’altra marcia e al 53’ trova la rete che allunga le distanze: Monda controlla col petto un lancio lungo dalla retroguardia, mette giù e scarica in porta un siluro angolato imprendibile per Prete. E’ la rete che chiude la gara. La Sangiovannese, nonostante le sostituzioni, non riuscirai più ad impensierire la retroguardia flegrea. Settima vittoria stagionale, la prima da allenatore per Daniele Gelotto; seconda rete per “San” Gennaro De Vivo e Antonio Monda (prima doppietta), sbloccatosi dopo tante buone prestazioni ma soprattutto tanta sfortuna sotto porta. Il calcio popolare sale a 26 punti in classifica, ad un solo punto dalla zona play off, occupata dall’Afro Napoli quinta in classifica. Contro la Virtus Ottaviano, nella prossima gara, occorrerà mantenere la stessa concentrazione mostrata quest’oggi per vincere contro un ostico avversario e allontanare le altre inseguitrici.
TABELLINO 
ASD Quartograd (4-4-2): 1 Liguori, 2 Falivene, 3 D’Ascia, 4 Torino (84’ Di Criscio), 5 Saady, 6 De Vivo, 7 Vacca (74’ Parisi), 8 Maddaluno, 9 Monda, 10 Nasti (60’ Giaccio), 11 Dente. A disp.: Iossa, Nuzzolese, Napoletano, Fruttaldo. All.: Daniele Gelotto

Sangennarese (4-3-3): 1 Prete, 2 D’Amico (56’ Putortì), 3 Tomi, 4 Longobardi, 5 Ricupito, 6 Monda F., 7 Ambrosino (74’ Provenzano), 8 Maione, 9 Crisantemo, 10 Di Meo, 11 Porzio (84’ Porto Pio). A disp.: Sorrentino, Caliendo A., Mucerino, Caliendo D. All.: Angelantonio Galluccio

Marcatori: De Vivo, Monda, Crisantemo, Monda
Ammoniti: Saady, De Vivo
Espulsi: –
Arbitro: Andrea Franza sez. Nocera Inferiore; 1° ass. Simone Conforti sez. Salerno, 2° ass. Antonio Pagano sez. Nocera Inferiore