La rete di Riccio non ha evitato la sconfitta ai granata - Foto Roberta Altieri

NARDÒ – La Puteolana esce sconfitta da Nardò in quella è che stata è una vera battaglia. In terra pugliese manca ancora Letizia che non ha smaltito le noie muscolari, ma al suo posto Sorrentino inserisce Riccio e non Murolo. Il primo tempo parte in maniera equilibrata sebbene il Nardò sia più pericoloso la Puteolana ha in mano il centrocampo. L’emozioni si racchiudono nei minuti che vanno dal 30′ al 37′, con il Nardò che passa in vantaggio con Corvino e Riccio abilissimo a sfruttare un buco della difesa pugliese che pareggia. La Puteolana pare non soffrire anzi prova a pungere e Borrelli a fine prima frazione impegna severamente il portiere ospite con un rasoterra dal limite. Ad inizio ripresa il Nardò parte forte e passa ancora con Corvino che abilissimo sotto misura a sfruttare un buon cross dalla sinistra. Da questo momento in poi la partita è monologo granata con la Puteolana che si riserva nella metà campo avversaria in cerca di un pareggio che sarebbe oltremodo meritato. Ma la manovra degli ospiti però, è poco lucida e troppo spesso frenetica infatti le azioni più pericolose sono mischie furibonde in area salentina.

RIPRENDERE LA MARCIA – Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine con i granata che tornano a casa con u pugno di mosche.  Ancora una volta l’azione offensiva granata è parsa troppo Letizia dipendente, probabilmente se in campo ci fosse stato il “10” di Secondigliano la manovra granata della ripresa sarebbe stata più pericolosa. Sabato a Pozzuoli arriva la capolista Ischia poi si va a Pomigliano per un nuovo scontro salvezza, l’imperativo è ritrovare presto gol e vittoria, la mentalità e l’abnegazione già ci sono.

ANGELO GRECO