Il presidente della Puteolana 1902 Francesco Di Marino

POZZUOLI – Nonostante la vittoria contro il Potenza ancora bocche cucite in casa granata. I 4 gol rifilati ai lucani non hanno fatto sciogliere il silenzio stampa alla Puteolana: quindi a parlare sono solo i vertici societari. Soddisfatto della vittoria e della prestazione il presidente Francesco Di Marino «La vittoria era fondamentale ed è arrivata, sono molto contento di ciò anche perchè ho rivisto alcune buone cose viste a Foggia dove a mio parere, abbiamo espresso il nostro miglior calcio visto in trasferta quest’anno. Una buona notizia senza dubbio è quella che non abbia perso nessuno in vista dell’importante gara di giovedì a Sant’Antonio Abbate.

LO STADIO – Sulla “questione campo” è laconico il presidente – Il campo? Il nostro campo è il Conte e li conquisteremo la nostra salvezza». Sulla stessa linea di Di Marino è il team manager Carmine Ennio «Bene la vittoria, ora ci aspettano 6 gare da giocare come 6 finali, possiamo e dobbiamo arrivare alla salvezza diretta, anche alla luce dei risultati di questo week end a noi certamente favorevoli. Vorrei ringraziare i tifosi per l’affetto dimostratomi dopo i fatti di Foggia». Giovedì si va a Sant’Antonio Abate, appena scavalcati in classifica, anche un pareggio potrebbe essere un buon risultato per i granata, che però in caso di vittoria metterebbero un mattone importantissimo nella costruzione della salvezza diretta.

BORRELLI E CICCARELLI VERSO IL REINTEGRO – Nelle prossime ore dovrebbero arrivare le decisioni definitive sul destino di Ciccarelli e Borrelli, giocatori sospesi dopo la rissa negli spogliatoi nel dopo gara di Puteolana – Battipagliese. Pare he si vada verso il perdono per entrambi, i due si sono allenati con la squadra oggi, se Borrelli è da subito abile arruolato, discorso diverso va fatto per Ciccarelli che ha un problema alla gamba ancora da smaltire

ANGELO GRECO