Raffaele Quartulli, autore del goal vittoria

BOYS PIANURESE: Saggiomo 5,5, Lastra 5,5 (22’ pt Nazzaro 5,5), Delfino 5,5, Mauriello 5, Sanges 5,5, Chianese 6, Passaro 5 (25’ st Luongo 6,5), Serio 5, Morra 6,5, De Lucia 5, Puoti 6,5. A disposizione: Cotugno, Iovene, Longobardi, Santoro. All.: Saggiomo 6,5

RIONE TERRA: Cortese 7, De Felice 7, Atrio 7, Castaldo sv (15’ pt De Iuliis 7), Paesano 7; Fortuna 7, Mazzucchiello 7, Catapano 7,5, Conte sv (21’ pt Tortora 7), Ginestra 7,5, Quartulli 7,5 (45’ st De Simone sv). A disposizione: D’Isanto, Coppola, Barone, Rocco. All: Sanchez: 8

Arbitro: Parrella di Avellino 7

Rete: 23’ pt Quartulli

Note: Spettatori: 200 circa con larga rappresentanza ospite. Minuti di recupero: 3 nel primo tempo, 4 per la seconda frazione di gioco. Calci d’angolo: 6-4 per il Rione Terra. Ammoniti: Lastra, De Lucia, Mauriello della Boys Pianurese, Catapano, Fortuna, Cortese, Atrio del Rione Terra.

NAPOLI –   I leoni di Pozzuoli sono tornati. Il Rione Terra con un guizzo di Quartulli espugna  il campo Astroni di Pianura, che sino a questo momento era stato il fortino della Boys Pianurese di patron Nugnes e di mister Saggiomo. Cuore, cervello, e con tanto orgoglio, il Rione Terra compie il blitz pesante che rilancia la squadra cara al dottore Sergio Di Bonito. Il Rione Terra dimostra  in contesa, inoltre, una grande capacità di saper soffrire. L’inizio difatti è traumatico. Uno strappo toglie fuori causa il difensore Nicola Castaldo: al suo posto fa il suo esordio in maglia Rione Terra Renato De Iuliis. Per l’ex di Monteruscello e Trivento è un esordio da applausi. Mister Sanchez dopo pochi minuti dall’uscita di scena di Castaldo perde anche Amedeo Conte. In uno scontro aereo con Lastra (il calciatore nero verde salta, da già ammonito, con il gomito sinistro esteso) è costretto ad uscire, sanguinante: è accompagnato al vicino pronto soccorso dai compagni di squadra Antonio Mangiapia e Pierluigi Rotta, in tribuna, al fianco della loro squadra.

L'allenatore del Rione Terra Luigi Sanchez

LA VITTORIA  chiaramente che il Rione Terra centrerà con gli artigli sarà dedicata alla sfortunata ala destra. Sanchez, per Conte, chiama in contesa Salvatore Tortora, che non farà rimpiangere la “freccia” a destra del Rione Terra. Al 23esimo arriva il gol vittoria. Ginestra lancia Quartulli da campione: il bomber fa il resto disorientando avversari come birilli e poi trafiggendo Saggiomo junior.  Da segnalare inoltre un altro esordio convincente. E’ quello di Vincenzo Cortese che è sceso in categoria inferiore per offrire il suo importante contributo alla causa biancazzurra. Cortese da sicurezza al reparto difensivo e tra il primo e secondo tempo si destreggia con interventi degni di nota. Nella ripresa quando Cortese non ci arriva, inoltre, ci pensa un provvidenziale Fabio Atrio a salvare il Rione Terra spazzando la sfera destinata in porta.

SFIORATO IL RADDOPPIO –  Nel secondo tempo, c’è da aggiungere che il Rione Terra sfiora a più riprese lo 0-2 con azioni ficcanti in transizione o di ripartenze secondarie. Quartulli e Ginestra le provano tutte ma peccano solo in freddezza. Quartulli è anche sfortunato perché con un diagonale straordinario scheggia la traversa. Catapano è incontenibile: la sua azione personale, al 75esimo è dirompente. Il jolly di centrocampo pecca solo in precisazione (sarà per la prossima volta!). Al triplice fischio il Rione Terra può alzare i pugni al cielo per una vittoria importantissima, che ha cancellato l’inaspettato tonfo interno con la Rinascita U. Vico, dell’ultima gara del 2011. Il 2012 è iniziato con il piede giusto. “Grazie ragazzi, continuiamo così. Ho visto un Rione Terra che ha voluto fortemente la vittoria, ed è stato umile dal primo minuto al triplice fischio. Avanti così: i conti si fanno sempre alla fine”, chiosa un raggiante patron Di Bonito.