quartogradMUGNANO DI NAPOLI –  Allo stadio Vallefuoco si affrontano, per la XIX giornata del girone B, Afro Napoli United e ASD Quartograd. Dopo la prima sconfitta casalinga rimediata nella gara precedente, il Quartograd è alla ricerca di punti importanti per tornare a smuovere la classifica. Di fronte c’è l’Afro che è tornata a premere sull’acceleratore e non ha intenzione di fermarsi. 4-2-3-1 composto da Liguori, Falivene a destra, De Vivo e Baiano centrali, D’Ascia a sinistra; in mediana Maddaluno e Torino, esterni Vacca e Nasti con Maradona alle spalle di Monda. La posta in palio è alta, l’avversario ostico, ma il Quartograd scende in campo con grande concentrazione e gioca a viso aperto.

LA GARA – L’Afro imposta con i centrali e prova a sfruttare la velocità di Alassani e l’esperienza di Spilabotte; i flegrei si affidano alla qualità del palleggio di Maradona e alle verticalizzazioni sugli esterni. Dopo 14’ arriva la rete del vantaggio per gli azulgrana: Liguori rinvia lungo, Maradona lascia scorrere mentre Monda s’infila tra i difensori e, con un pallonetto d’esterno destro, anticipa Ciccarelli. La reazione dei padroni di casa non si lascia attendere. Al 21’ Palumbo sfiora il pareggio, con Baiano ben posizionato a salvare sulla linea. Dal calcio d’angolo conseguente Iervolino trova il colpo di testa che vale il pareggio. Gli uomini di Gelotto non si perdono d’animo e tornano ad attaccare con insistenza. Al 28’ D’ascia vede l’ottimo inserimento di Vacca che, al volo col destro, trova l’opposizione di Ciccarelli. L’Afro cala vistosamente, il Quartograd fa possesso. Nel miglior momento azulgrana, l’Afro trova la rete del vantaggio: Alassani accelera sulla destra e crossa forte in area, Liguori respinge male servendo, di fatto, Suleman.

LA RIPRESA – Nella ripresa il copione non cambia. Tanto possesso Quartograd ma poche conclusioni verso lo specchio. Al 61’ Maddaluno perde un brutto pallone a centrocampo con la retroguardia scoperta: Spilabotte vola in contropiede e supera Liguori con un destro potente. Sotto di due reti, Gelotto gioca la carta Capuano, tenuto in panchina poiché non ancora al 100% della forma. L’ingresso di Capuano porta freschezza e velocità alla manovra flegrea. Nel giro di pochi minuti sono ben due le occasioni da rete create dal fantasista: prima su punizione chiama Ciccarelli al miracolo, poi col destro deviato colpisce la traversa. Sbilanciati nel tentativo di accorciare le distanze, i flegrei subiscono la ripartenza dell’Afro: Gaje vola sulla sinistra, cross basso per Spilabotte e palla in rete. E’ la rete che spegne le speranze flegree. Soltanto nei minuti di recupero arriverà la rete del 4-2 finale: Capuano, da posizione defilatissima, beffa Ciccarelli con un destro a giro sul secondo palo.

PUNIZIONE SEVERA – Sesta sconfitta stagionale per i ragazzi di Gelotto, che escono comunque a testa alta dal Vallefuoco. Prestazione convincente, di carattere, caratterizzata anche da un pizzico di sfortuna. I flegrei possono inoltre recriminare per un doppio giallo mancante nei confronti di Suleman e di Velotti. Domenica prossima arriva il S. Maria la Carità: dove i flegrei dovranno necessariamente tornare a vincere per continuare a coltivare il sogno playoff.

TABELLINO

Afro Napoli United – Quartograd     4-2

Afro Napoli United (4-3-3): 1 Ciccarelli, 2 Troise, 3 Gaje, 4 Suleman (77’ Alieu), 5 Iervolino, 6 Velotti, 7 Palumbo (67’ Sica), 8 Cariello, 9 Spilabotte, 10 Alassani (72’ Severino), 11 Balzano. A disposizione: La Licata, De Rosa, Romero, Gassama. Allenatore: Francesco Montervino

ASD Quartograd (4-2-3-1): 1 Liguori, 2 Falivene, 3 D’Ascia, 4 Maddaluno (86’ Scotellaro), 5 Baiano, 6 De Vivo, 7 Vacca, 8 Maradona (55’ Dente), 9 Monda, 10 Nasti (63’ Capuano), 11 Torino. A disposizione: Iossa, Saady, Cotena, Di Criscio. Allenatore: Daniele Gelotto

Arbitro: Ludovico D’Antuono

Assistenti: Scala e Mascolo sez. Castellammare di Stabia

Ammoniti: Troise, D’Ascia, Maddaluno, De Vivo, Suleman, Iervolino, Velotti, Torino

Marcatori: Monda, Iervolino (Q); Suleman, Spilabotte, Spilabotte, Capuano (A)