Decimo anniversario per il Rione Terra

POZZUOLI – Un progetto sociale e agonistico, che guarda al territorio. Da 10 anni a questa parte. La storia continua. Per l’associazione sportiva del presidente Sergio Di Bonito. Prima del ferragosto 2002 alcuni appassionati della Pozzuoli alta, che per decenni si dedicavano al calcio a loro spese, peregrinando per i campi del Napoletano, chiesero all’imprenditore puteolano di coronare il loro sogno: mettere in piedi una squadra di puteolani, con sede e campo di gioco nel “capoluogo” flegreo. La volevano chiamare Real Solfatara. Ma Di Bonito fece le sue valutazioni.

IL PRIMO ATTO COSTITUTIVO – Così il 27 agosto 2002 il presidente Di Bonito stilò il primo atto costitutivo. Il patron, prima di dire Si, contemplò il panorama che scorge dal suo terrazzo. Scorse la Rocca dinnanzi ai suoi occhi. Così nacque l’Asd Rione Terra. Simbolo di amore, attaccamento, alle radici puteolane, con la speranza di un futuro migliore per la comunità flegrea con la Rocca al centro. Il 28 agosto 2002 ci fu il riconoscimento giuridico del Rione Terra. Il 29 agosto 2002 è la data della prima iscrizione in Figc, con partecipazione alla Terza Categoria provinciale, vinta nell’annata 2003/04. Dal 2002 la matricola Figc (621011) è “pulita”, “sana” garanzia nei terminali di via Allegri a Roma, e al comitato regionale. La novità della stagione 2012/2013 sarà la costituzione della compagine Juniores regionale. Il Rione Terra guarda al futuro. Ad una nuova fase del progetto sportivo del presidente Sergio Di Bonito. Continuità, certezze economiche ed organizzative sono alla base. Delle “fideiussioni” per la dirigenza biancazzurra, che può lavorare senza patemi d’animo, basandosi sulla concretezza, non promettendo ciò che non è nelle corde dell’ambiente “rioneterraneo”.

IL FUTURO – Con l’avvento della stagione 2012/2013 scade anche la preclusione ad un eventuale ripescaggio del Rione Terra. Tra gli obiettivi stagionali del Rione Terra c’è anche la vittoria della coppa disciplina di Prima Categoria, dopo il quinto posto dell’ultimo campionato. Il direttore sportivo Rodolfo Fortuna ha rinforzato la squadra che sarà allenata da Umberto Cuomo, esperto della categoria e abile conoscitore del calcio giovanile. Il vice allenatore è Vitolo, mentre a Gaetano Sarnacchiaro sarà affidata la formazione juniores, con la supervisione di mister Cuomo, responsabile tecnico del Rione Terra. Nelle prossime ore la dirigenza biancazzurra si riserva di completare la rosa con altri colpi rilevanti per la Prima Categoria regionale. Il 3 settembre intanto, presso l’Ideal camping di Licola, inizierà la preparazione precampionato della prima squadra e della Juniores.

Raffaele Quartulli, anche su di lui punta il mister Cuomo

SI RIPRENDE IL 3 SETTEMBRE – Lavori in corso a Pozzuoli, con la solita professionalità e tanto entusiasmo. Rione Terra 2012/2013, l’avventura in Prima Categoria e della Juniores nel torneo di attività mista regionale inizierà con il raduno del 3 settembre all’Ideal Camping di Licola. La novità è la composizione della formazione juniores regionale che sarà guidata dal tecnico Gaetano Sarnacchiaro, con la supervisione tecnica del mister della prima squadra Umberto Cuomo, responsabile tecnico del club del dottore Sergio Di Bonito. Il vicepresidente, il dottore Mario Di Bonito, oltre a fungere da responsabile dello staff sanitario del sodalizio di via Solfatara, seguirà ad ampio raggio anche la compagine Juniores che giocherà le gare interne all’Ideal Camping di Licola. La prima squadra di mister Cuomo invece giocherà le gare interne il sabato (orario federale) al “Domenico Conte”, in Arco Felice, lo stadio cittadino.

LA ROSA – La prima squadra prende forma, intanto. Tante le conferme, ma anche i nuovi arrivi. Il direttore generale Rodolfo Fortuna ha piazzato diversi colpi importanti per rinforzare l’organico che disputerà il torneo di Prima Categoria con l’intento di giocarsela con chiunque. “Manca qualcosina e potremo dire conclusa la nostra campagna di rafforzamento estiva”, taglia corta il diggi del Rione Terra. Il colpo del dopo Ferragosto è stato Mauro Riccio: classe ’87, puteolano doc. Una punta che va a rafforzare il parco attaccanti, che comprende il numero dieci Salvatore Ginestra, trascinatore dei biancazzurri di Pozzuoli nelle ultime stagioni, i motivati attaccanti Raffaele Quartulli e Salvatore Tortora ed il jolly d’attacco Luca Maddaluno che per tutto lo scorso anno si allenato con gli azzurri. Arriva al Rione Terra anche un altro Tortora: il ’94 Luigi, centravanti. A rafforzare gli esterni ecco Antonio Di Guida e il veterano Longobardi. In mezzo al campo c’è un Alessio Bocchetti in più. Un uomo d’ordine, mentre l’altro arrivo in mezzo al campo è la mezzala Diego Cangiano. In difesa si attende un altro colpo del direttore Fortuna. Per adesso c’è Massolino: un jolly che conosce molto bene la Prima Categoria. Tra i pali, invece, il Rione Terra ha ritrovato la sua storica saracinesca. Luigi Compagnone infatti è tornato a “casa”, dopo una stagione a fare la differenza nelle file della Puteolana 1909, in Promozione. Il portiere della Juniores regionale invece sarà Eduardo Compagnone, che completerà con Diego D’Isanto il terzetto di portieri a disposizione di mister Cuomo

CS