Potrebbe essere il Conte lo scenario della serie D il prossimo anno

CALCIO – Termina anche la post season (per le squadre flegree) di eccellenza e lo fa regalando due amari verdetti: il Quarto è retrocesso in promozione ed il Monte di Procida deve dire addio ai sogni promozione. Erano ardue le imprese che attendevano le compagini flegree: il Monte doveva vincere contro il Carano (a Cellole) mentre il Quarto doveva imporsi a Volla. Invece, sono arrivate due sconfitte: 2 – 1 del Carano sul Monte di Procida ed un rocambolesco 3 – 2 del Volla ai danni degli uomini di Agovino.

RETROCEDE IL QUARTO – Il Monte di Procida provava ad aggrapparsi alla cabala, con il Carano che nei due precedenti match non era mai riuscito a siglare una rete ai gialloblu’. Ma questa volta i padroni di casa vanno a segno due volte nel primo tempo vanificando la rete a 15′ dal termine di Di Matteo. Il Quarto ha provato a portare i vesuviani ai supplementari ma gli sforzi dei quartesi sono stati vanificati dai padroni di casa che hanno chiuso i tempi regolamentari 3 – 2, condannando i flegrei alla retrocessione.

RIONE TERRA ADDIO AI PLAY OFF – Termina nei fatti con due giornate di anticipo il campionato del Rione Terra. Al Conte era atteso il Portici già promosso, Fortuna sperava che la grinta e la voglia di vincere dei suoi potesse bastare per portare a casa i tre punti e sperare ancora nei play off, ma il Portici non fa sconti e travolge un grigio Rione Terra per 4 – 2. Ora agli azzurri non resta che pianificare la prossima stagione.

NEGATIVO IL BILANCIO FLEGREO – Fallimentare il campionato della Sibilla che dopo essere partita per vincere il campionato, dopo un inizio balordo è retrocessa quasi senza lottare. In Eccellenza può invece dirsi soddisfatto il Monte di Procida che ambiva ad un campionato di vertice e che ha disputato i play off: troppo forte il girone per sperare in qualcosa in più. Anche se arrivati in maniera rocambolesca i play off rappresentano un traguardo raggiunto. Per il Quarto si annunciava un anno difficile, ma la salvezza non era traguardo inarrivabile, la stagione è stata complicata dalla scellerata prestazione in casa con il Volla, sconfitta che ha costretto i quartesi a giocarsi tutte le chance di permenza in trasferta con l’obbligo della vittoria. Può invece dirsi soddisfatta la Puteolana 1909, che partiva con le ambizioni di salvezza e  che si è trovata a disputare un campionato di vertice. Resta però l’amaro in bocca per i play off mancati grazie ad un pessimo finale di campionato. Deve ancora terminare la stagione ufficiale del Rione Terra in prima categoria, ma perso il treno play off la stagione degli azzurri può dirsi tranquillamente al di sotto delle attese.

PROSPETTIVE – Con la Sibilla retrocessa, il prossimo anno si rischia, di avere come massima espressione calcistica sul territorio due squadre in Eccellenza. Una triste condizione per tutto il calcio flegreo e che potrebbe essere mitigata se il trasferimento dell’Internapoli a Pozzuoli andrà in porto, regalando così ai Campi Flegrei lo scenario della Serie D.

ANGELO GRECO