Alfonso De Lucia, recupero record per la punta granata

POZZUOLI – La Puteolana 1902 Internapoli ha svolto l’allenamento di rifinitura al “Domenico Conte” in vista della gara di domani ad Arco Felice con il San Severo, valevole per la prima giornata del girone H del campionato nazionale di serie D. Il fischio d’inizio è previsto per le 16. L’incontro sarà diretto dal signor Aldo Marchese della sezione di Cosenza.

 

I CONVOCATI – Al termine dell’ultimo allenamento della settimana di lavoro il tecnico granata Salvio Ambrosino ha diramato la lista dei 23 convocati: Alcolino (‘93), Despuches, Cristiano (’95), Salvati, Signore, Imbriaco, Montagna (’94), Calone (’95), Cimmino (’95), Scognamiglio, Sardo, Visciano, Cigliano (’95), Carannante, Loiacono (’93), Guidelli (’94), Fioretti (’95), Napolitano, Sicigliano, Foggia, De Lucia (’93), Capuano (’95), Amato (’97). Staff tecnico e squadra si ritroveranno domani alle 12.15 a Lucrino presso “villa romana” per il pranzo pregara.

 

CASO PRISCO – Colpo di scena dunque a poche ore dall’esordio in campionato, Umberto Prisco, colui che doveva essere l’attaccante di spicco dei granata fa un passo indietro e lascia la Puteolana 1902. Secondo i ben informati la punta non avrebbe più sentito attorno a sé la fiducia di tecnico e società ed infastidito dalle continue voci di mercato che vogliono i granata in costante contatto con altre punte (Incoronato e Pastore ad esempio) avrebbe deciso di fare un passo indietro.

 

LA VIGILIA DEI PUTEOLANI – La Puteolana 1902 ai puteolani. Salvio Ambrosino in panchina, Paolo Sardo in mezzo al campo. L’inesauribile Carmine Ennio nel ruolo di team manager, e Tullio Laconi come fisioterapista. La vigilia della prima partita in campionato contro la matricola San Severo, loro originari della terra flegrea, la “sentono” chiaramente di più. Vogliono fortemente vincere la sfida: profeti in patria, come a pochi è capitato dal 1902 ad oggi. Mister Ambrosino è carico «Mostreremo alla piazza puteolana una squadra con un’anima ben precisa. Volta al sacrificio. Siamo pronti,con tanta voglia di riscattare la sconfitta in coppa Italia che ha portato scetticismo nell’ambiente. Il San Severo? E’ una buona squadra, ma guardiamo in casa nostra. Dobbiamo vincere facendoci forte del fattore campo. Sul piano personale è una stimolante sfida da vincere». Emozionato anche Paolo Sardo, il puteolano in campo: «Prima di passare al Piacenza, a Pozzuoli ho iniziato con Puteoli e Monteruscello, ma non avevo mai indossato la maglia granata. Non vedo l’ora di calmare il terreno di gioco del Conte. Ho giocato con la Nocerina davanti a tantissime persone per la promozione ma le motivazioni che riceverò nel giocare qui a Pozzuoli, nella mia città d’origine saranno sicuramente raddoppiate. Siamo una buona squadra e un gruppo compatto, che segue molto il mister Ambrosino. Con la spinta dei tifosi dobbiamo battere il San Severo per iniziare col piede giusto, cancellando la penalizzazione». Sugli spalti però non ci sarà papà Mario. Il mister delle giovanili della Juve Domitia infatti è a Verona dove il primogenito sfida il Napoli con il suo Chievo. Un classico per la famiglia Sardo, che completerà il sabato speciale tra “Conte” e Bentegodi.

ANTONIO RUSSO

 

LA PRIMA GIORNATA

[matches league_id=5 mode=]