Pozzuoli - veduta dall'alto

Da:
Giuseppe Rinaldi

Messaggio:

I Programmi Integrati Urbani – P.I.U. Europa di cui avete anche Voi parlato in un vostro servizio, sono destinati ad attività di valorizzazione e riqualificazione del tessuto urbano, miglioramento della vivibilità, miglioramento dell’integrazione sociale. La città di Pozzuoli, è stata oggetto, in una prima fase di un “appostamento” di fondi da parte della Regione Campania di circa 34 Milioni di euro. Le inadempienze temporali hanno fatto si che questi fondi, ad oggi, siano scesi a circa 23 Milioni di euro. La “pregiatissima” fonte di finanziamento (FESR) a valere sul P.O. Regione Campania 2007/2013, obiettivo operativo 6.1 prevede una serie di adempimenti particolari, tanto da permettere ad ogni “soggetto attuatore” di dotarsi di una assistenza specialistica fatta di professionisti esterni, che guidino l’Ente in questa impresa.

Ogni Comune ha, pertanto pubblicato il proprio bando, selezionando le figure professionali richieste per l’espletamento delle mansioni specialistiche richieste. Il Comune di Pozzuoli si è distinto purtroppo, in una prima leggerezza. Il bando per la selezione di personale così altamente specialistico, è stato pubblicato unicamente sul sito e affisso all’albo pretorio dell’Ente. Nessuna menzione di pubblicazioni del bando sul BURC regionale come hanno fatto quasi tutti gli altri Comuni.A memoria cito i Comuni di Avellino, Salerno, Napoli, Scafati, Casalnuovo, Torre del Greco, Castellammare di Stabia e tanti, tanti altri. Tale leggerezza, trattandosi di fondi strutturali, potrebbe in un futuro tramutarsi in un definanziamento della spesa sostenuta. Per tale motivo la Regione Campania, potrebbe, anche se erogati e dopo indicazioni in tal senso dei controlli di primo livello e della Commisione Europea, richiedere indietro i soldi al Comune di Pozzuoli. Inoltre, un ricorso qualunque di un partecipante al bando non ammesso al concorso, potrebbe inficiare il bando stesso.Pur concordando sulla ovvia necessità che il Comune di Pozzuoli si doti di tali alte profesisonalità,sono costretto a criticare tale scelta sulle modalità di selezione, come dire un po’ leggerina e fatta in casa. Invito pertanto il Dirigente del Settore, l’Assessore al ramo e il Sindaco a voler provvedere a tale adempimento, a mio avviso necessario
per la corretta spesa dei Fondi FESR. Cordiali saluti.

Giuseppe