festa-del-mandarinoBACOLI – Volge al termine la lunga kermesse della “Festa del Mandarino dei Campi Flegrei” patrocinata dai comuni facenti parte dell’area dei Campi Flegrei e dai comuni di Ischia di Forio, Lacco Ameno e Serrara Fontana. In tutto ben nove le tappe con “epicentro” a Bacoli, dove nei giorni del 14 e 15 gennaio, nonostante le inclementi condizioni atmosferiche, alla presenza di numerosi visitatori si sono svolte esposizioni di aziende agroalimentari e artigiane del territorio ed esibizioni canore e musicali da parte della Corale Flegrea e dei giovani allievi della Paolo di Tarso

GLI EVENTI – Interessantissime le conferenze e gli interventi : “Natura e Benessere” a cura dell’archeologa Anna Abbate e della nutrizionista Patrizia Isita; “Movimenti in, battiti della terra” proiezioni e intervento sul bradisismo di Claudio Correale; nuove teorie sulle origini storiche delle città e insediamenti greci sul territorio flegreo, a cura di Francesco Escalona e “Mani…Fatti” un progetto con la scuola Paolo di Tarso di Bacoli promosso dall’associazione “L’immagine del Mito” e realizzato dagli allievi dell’istituto su progetto di Riccardo Dalisi. Ed ancora il giorno 15:”C’era una volta Bacoli”, aneddoti a cura di Rosaria Di Costanzo e “I Borboni a Tavola”, originale intervento sulla ceramica da tavola a cura della storica dell’arte Marina Albamonte d’Affermo.

ULTIMA TAPPA – Particolarmente interessanti le relazioni di Attilio Montefusco direttore generale del Consorzio Promos Ricerche e di Giancarlo Panico, esperto di marketing, sulle strategie per lo sviluppo e rilancio del territorio in cui è indispensabile la sinergia tra agroalimentare, cultura e turismo. Impeccabile il servizio accoglienza e catering con degustazioni “al mandarino” svolto dagli allievi dell’istituto “Gioacchino Rossini” di Bagnoli nell’ambito del progetto scuola-lavoro. Presente l’Istituto di Agraria “G. Falcone” di Licola. Ultima tappa della “Festa” palazzo Matarrese a Monte di Procida il 28 gennaio.