BACOLI – L’aggressore dei due giovani accoltellati senza motivi apparenti, mercoledì sera, in via Miliscola non è più uno sconosciuto. L’agguato avvenuto presso il percorso ciclo-pedonale del Lago Miseno aveva spedito i ragazzi in ospedale, brutalmente feriti l’uno alla spalla e l’altro alla schiena con un fendente. I carabinieri di Bacoli in soli quattro giorni hanno chiuso il cerchio. Utili anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate sul territorio che hanno contribuito ad accelerare l’individuazione e successivo riconoscimento dell’uomo. Così, i militari, stamane hanno posto in stato di fermo un 56enne, di Napoli. Restano ancora un mistero le motivazioni che hanno spinto il napoletano a compiere sì gravi efferatezze nei confronti dei due giovanissimi.