L'automobilista ha aggredito il pedone dopo aver rischiato di investirlo

NAPOLI – Aveva aggredito un pedone dopo averlo sfiorato con l’auto mentre attraversava le strisce pedonali. Così gli agenti del Commissariato di Polizia Arenella, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria un pregiudicato 37enne di Via Toscanella, in quanto accusato di lesioni personali aggravate. Lo scorso 25 maggio la vittima, un 21enne domiciliato a Napoli, ma originario di Ascea Marina, stava attraversando la carreggiata di Via Cimarosa passando sulle strisce pedonali, quando il 37enne al volante della sua Mercedes di colore nero gli ha tagliato la strada facendolo sbilanciare. Il ragazzo si è quindi sbilanciato e per riprendere l’equilibrio ha poggiato la mano sul tettuccio dell’autovettura.

PICCHIATO SELVAGGIAMENTE – Questo gesto ha fatto andar l’uomo su tutte le furie. Ha infatti fermato l’auto, raggiunto il 21enne e lo ha colpito violentemente con un pugno facendolo cadere all’interno del vano bancomat di una vicina agenzia bancaria. Raggiunto poi nella banca e non soddisfatto di quanto procuratogli, lo ha preso a calci su tutto il corpo. Noncurante delle lesioni arrecate al ragazzo, è quindi tornato alla propria autovettura per poi metterla in moto e dirigersi rapidamente verso Via Luigia Sanfelice. Dopo essere stato soccorso e medicato presso l’Ospedale Cardarelli e giudicato guaribile in 10 giorni, la vittima della brutale aggressione si è recata in Commissariato per la denuncia. Successivamente i poliziotti grazie alle varie telecamere posizionate dentro e fuori la banca di Via Cimarosa ed alle numerose testimonianze di passanti e clienti della banca, hanno identificato l’uomo. Lo hanno quindi raggiunto presso la sua abitazione e lo hanno denunciato in stato di libertà.