MARANO – I carabinieri della tenenza di Marano hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli Nord per atti sessuali con un 13enne concordando con indagini dell’arma avviate a seguito di denuncia sporta dalla madre, alla quale il piccolo aveva riferito “cose strane”. Disposti i domiciliari per un pensionato 67enne che avrebbe compiuto il reato nell’abitazione del giovanissimo, dove talvolta si recava insieme alla moglie incaricata delle pulizie.