Il 50enne è stato arrestato dalla Polizia

CAIVANO – Nella tarda mattinata di oggi, i poliziotti della Squadra Mobile di Napoli, hanno arrestato il pregiudicato per rapina Raffaele Esposito, 50enne di Caivano, in quanto accusato di possesso illegale di armi e munizioni, nonché minacce a pubblico ufficiale. I poliziotti sospettavano da tempo che in Via S. Arcangelo a Caivano vi fosse un deposito clandestino di armi. Nella giornata di venerdì l’attività investigativa ha concentrato i sospetti sul pregiudicato che ha subìto la perquisizione della Ditta di cui è titolare.

IL BLITZ – Grazie ad una prima perquisizione, effettuata all’interno degli uffici operativi della sua Agenzia di trasporti, gli agenti hanno rinvenuto 32 cartucce 357 Magnum ben custodite in diversi nascondigli. Successivamente, in un fabbricato adibito a toilette, è stata trovata una rivoltella Smith & Wesson calibro 357 Magnum, completa di 5 cartucce  dello stesso calibro, con la matricola punzonata ed avvolta in due guanti di lana all’interno di un sacchetto.

LA SCOPERTA – Poco più tardi, occultate in un vano di un compressore ubicato sotto la tettoia di un parcheggio all’aperto, sono state infine rinvenute, avvolte in un pezzo di carta, 9 cartucce per armi comuni da sparo e due per armi da guerra. Il 50enne è stato pertanto arrestato e condotto a Poggioreale.  Al momento dell’arresto, Esposito ha inoltre più volte minacciato di morte uno dei poliziotti che lo stavano conducendo all’interno dell’autovettura di servizio.