Masterplan della linea di costa di Pozzuoli (http://www.archiportale.com)

POZZUOLI – Arrivano i primi soldi freschi a finanziare Waterfront Spa, la società immobiliare con a capo la famiglia Cosenza, che si occuperà del rifacimento di buona parte della fascia costiera puteolana. A rimpinguare le casse della Waterfront 22.5 milioni di euro provenienti da un prestito ipotecario concesso dall’IMI e dal Banco di Napoli, entrambe facenti parti del gruppo Intesa San Paolo. La notizia è stata riportata dal sito www.corriere.it nella sezione economia.

UN PROGETTO DA 350 MILIONI – I 22,5 milioni in questione rappresentano solo una “goccia nell’oceano” se si pensa all’intera portata del progetto, 350 milioni di euro per cambiare completamente faccia alla costa della città. Il master plan dell’architetto newyorkese Peter Eisenman Wormai è noto a tutti: alberghi, residenze e centri commerciali cambieranno il volto a quella che una volta era l’area industriale della città. Ma il progetto si spingerà anche oltre l’ex area della Fincantieri, infatti ad essere coinvolta sarà anche la zona costiera di Lucrino un tempo grande arenile a disposizione di tutta la città.

POSSIBILI MODIFICHE AL PROGETTO -Un progetto già presentato alle istituzioni che però potrebbe avere delle modifiche sostanziali. Infatti quando l’allora Commissario Prefettizio Aragno approvò il PUA, furono presentate in maniera ufficiale da associazioni di cittadini, sindacati e di categoria e da altri soggetti varie osservazioni al piano. Che lo stesso Magliulo, nel giorno del suo giuramento, dichiarò che pur non essendo obbligato le avrebbe esaminate ed eventualmente apportato le dovute modifiche.

ANGELO GRECO
[email protected]