Il 39enne è stato arrestato dopo aver dato alle fiamme una vettura

PORTICI – I poliziotti del Commissariato di Portici hanno sottoposto a fermo di polizia Giudiziaria D. A., 39enne napoletano perché gravemente indiziato del reato di incendio doloso. La scorsa notte, gli agenti hanno accertato che l’uomo nella tarda serata di ieri, dopo aver versato del liquido infiammabile su un auto in sosta in via Farina ad Ercolano, vi aveva appiccato il fuoco.

 

IN FIAMME AUTO SIMILE A QUELLA DEL COMPAGNO DELLA EX – Sul posto, la polizia ha acclarato che l’ex moglie del 39enne, mentre era in casa, aveva udito un forte rumore proveniente dall’esterno e, una volta affacciatasi, aveva notato l’ex marito che aveva versato del liquido infiammabile da una bottiglia e aveva dato fuoco all’autovettura, di proprietà del convivente della madre, ma dello stesso modello di quella dell’attuale compagno della donna. Immediatamente sono partite le ricerche dell’incendiario e, verso le due, l’uomo è stato rintracciato dalla polizia nei pressi della sua abitazione al Corso San Giovanni a Teduccio, in evidente stato di agitazione e, probabilmente, pronto a darsi alla fuga. L’uomo, che registra precedenti specifici, e più volte denunciato dalla ex moglie per episodi di violenza, è stato arrestato dalla polizia e tradotto al carcere di Poggioreale.