Il vice sindaco di Pozzuoli Mario Marrandino

MESSAGGIO:

Sig. vice sindaco M. Marrandino con delega al cimitero di Pozzuoli, anzitutto Le comunico e ci tengo in modo particolare a farlo che, la mia cultura,educazione e rispetto per le persone, mi impone moralmente in questa circostanza e prima di qualsiasi altra cosa, di scusarmi anticipatamente con Lei, mi scuso per quanto, possa sembrare polemica, questa mia ulteriore pubblicazione che ,Le garantisco a scanso di equivoci, non vuole assolutamente esserlo.

In data 13 giugno questa Rispett.ma testata giornalistica on-line, ha pubblicato, un “articolo-Denuncia” con relativa documentazione fotografica comprovante,un Reato Penale attuato, un articolo-“notizia-Denuncia”, rivolto personalmente a Lei , considerato appuntol’incarico Amministrativo conferito, come si evince da delega che di seguito sarà riportata. Le rammento Sig. vice Sindaco, un articolo corredato da foto il quale , nella sua sintesi, voleva essere una Denuncia per l’utilizzo da parte di una donna all’ingresso del cimitero, di una bambina minore! la quale, veniva volutamente utilizzata per l’ attività illegale e costituente Reato, cosi’ come previsto e punito, dalle Leggi Penali.

Il Reato Penale in argomento è definito “Accattonaggio con l’utilizzo di minori”. L’ articolo 600 octies del Codice penale: “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque si avvale per mendicare di una persona minore degli anni quattordici o, comunque, non imputabile, ovvero permette che tale persona, ove sottoposta alla sua autorità o affidata alla sua custodia o vigilanza, mendichi, o che altri se ne avvalga per mendicare, è punito con la reclusione fino a tre anni”

Sappia Sig. vice Sindaco, ho atteso insieme a tanti altri lettori di Cronaca Flegrea, una risposta o se preferisce, un’informazione….che non è giunta. Un’informazione che, secondo un mio personale punto di vista, avrebbe soddisfatto la curiosità e l’aspetto morale di tantissima gente, quelle persone che, quotidianamente seguono on-line l’informazione dettagliata di questa Testata Giornalistica.

Un’informazione secondo la logica, considerata conseguenziale che, è stata volutamente tralasciata o magari buttata nel ” dimenticatoio”! o forse “quell’articolo- Denuncia” non ha sortito alcun effetto? Deve sapere Sig. vice Sindaco, non vanto personalmente nessuna pretesa per una Sua ipotetica e personale risposta in merito a quanto fatto o deciso di fare di conseguenza, senza ovviamente nulla togliere alla Sua qualifica di Pubblico Ufficiale.

Contestualmente La informo di quanto si verifica con cadenza quasi giornaliera; sono tantissime le persone che continuano a scrivermi in FB, chiedendomi che sorta di responsabilità aveva suscitato, la pubblicazione di quell’ “articolo-Denuncia” …ai vertici dell’Amministrazione Locale.

Mario MARRANDINO – con funzione di VICE SINDACO, Lavori Pubblici e Infrastrutture. Deleghe: Lavori pubblici, sicurezza del lavoro, edilizia pubblica, manutenzioni straordinarie, sicurezza del territorio e difesa suolo, cimitero comunale, edilizia e pianificazione cimiteriale, pubblica illuminazione e impianti tecnologici e di rete. Certo di non averLe fatto torto chiedendo delucidazioni in merito alla “Denuncia” , sempre nel rispetto che Le è dovuto, cordialmente

 

La saluto.

f.to Lino Esposito