la strada chiusa all'altezza della biforcazione per il Fusaro

BACOLI – Sono ormai passati più di  50 giorni dalla frana che ha portato alla chiusura parziale di Via Petronio (sullo Scalandrone), ma tutto resta ancora fermo in materia di lavori di ripristino.

LA FRANA I PRIMI GIORNI DI LUGLIO – La strada è stata chiusa nei primi giorni del mese di luglio a causa di un piccolo smottamento che ha fatto riversare sull’asfalto polvere e pietrisco. Un pò come come accadde a Punta Epitaffi. All’indomani della frana è stata subito sgomberata per motivi si sicurezza un’abitazione e a breve dovrebbero essere sgomberate diverse strutture presenti lungo la zona.

Via Petronio

TRAFFICO IN TILT – Inevitabilmente la chiusura di Via Petronio sta causando grossi problemi alla circolazione. La strada infatti è un’importante valvola di sfogo sia nelle ore diurne, quando in molti la percorrono per raggiungere gli arenili di Miliscola e Miseno, sia nelle serali e la notte quando in migliaia si riversano dei locali della movida tra Bacoli e Monte di Procida. Ma a subire ripercussioni sono anche le strade alternative, scelte dagli automobilisti per evitare Via Petronio, che inevitabilmente vengono prese d’assalto. In primis via Miliscola, la zona di Arco Felice, via Cuma Licola e la zona del Fusaro che nelle ore di maggiore flusso si paralizzano completamente

ANGELO GRECO
[email protected]