Ettore, il cucciolo di beagle rapito ieri dal parco Noce a Varcaturo

NAPOLI – Ladri in azione ieri nella zona di Varcaturo. I malviventi hanno svaligiato una villetta del Parco Noce, in via Ripuaria. La zona è al centro delle cronache per i numerosi furti che sono avvenuti nel corso degli ultimi mesi. L’ultimo caso è caratterizzato da un’anomalia: i ladri hanno rubato poche cose, ma hanno portato via, approfittando dell’assenza dei proprietari, un cucciolo di beagle. Le indagini sono in corso.

IL FURTO – I malviventi sono penetrati nell’abitazione approfittando dell’assenza dei proprietari. Tra gli effetti rubati risulta un pc di scarso valore commerciale, pochi oggetti d’oro e circa 40 euro in contanti lasciati su un cassetto. Emblematico il fatto che i ladri si siano focalizzati su pochi oggetti, peraltro di scarso valore, tralasciando computer di maggior valore, tv e altri oggetti preziosi facilmente asportabili. Il tutto lascia presupporre che si tratti di “topi d’appartamento” del tutto occasionali.  Per entrare nell’abitazione è bastato scavalcare una recinzione e sfondare una grata per accedere nella casa.  La presenza di un servizio di vigilanza privata non ha impedito però ai malviventi l’accesso all’abitazione che hanno scavalcato una recinzione e sfondato una grata per accedere nell’abitazione.

IL BEAGLE – Al rientro, intorno alle 22.30, i proprietari hanno trovato l’amara sorpresa: al danno economico, seppur come confessato dalle stesse vittime, “non estremamente rilevante”, di ben altra gravità è stato il danno affettivo. E’ stato portato via, infatti, Ettore, un cucciolo di beagle di pochi mesi. Il cane, proprio per la sua giovane età, non era microchippato, e il timore ora è che possa finire nel traffico clandestino di cuccioli di razza.

 

LE INDAGINI – Gli agenti di polizia del commissariato di Giugliano, prontamente intervenuti sul posto, non hanno potuto far altro che riscontrare il furto e raccogliere le testimonianze. Restano, ad ogni modo, da chiarire la dinamica esatta e il movente del furto. Le testimonianze dei vicini saranno sicuramente utili a ricostruire i fatti. Sale intanto la rabbia dei cittadini della zona che si sentono abbandonati a loro stessi. Il problema della sicurezza è infatti molto sentito in questa zona.

 

ANTONIO FOLLE