Via Montenuovo Licola Patria - Il punto dove è avvenuto l'incidente

POZZUOLI –  Stava attraversando la strada quando un’automobile lo ha travolto e scagliato sull’asfalto. E ora versa in gravi condizioni R.P. 37 anni extracomunitario originario del Ghana ricoverato in prognosi riservata presso l’Ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. Un urto violento che gli ha provocato lesioni alla testa e la rottura di un braccio e una gamba.

L’INCIDENTE  intorno le 19.30 in via Montenuovo Licola Patria all’incrocio tra via Monterusciello e lo stradone che collega Licola con “La Schiana”. Proprio verso questa direzione stava viaggiando l’auto che lo ha travolto, una Mercedes 202 alla guida  della quale c’era C.C., 28 anni, residente a Quarto.

LA DINAMICA –  Secondo le prime ricostruzioni effettuate dagli agenti del corpo di Polizia Municipale di Pozzuoli il 37enne stava attraversando la strada quando la vettura lo ha investito. Nell’impatto prima con il veicolo e poi con l’asfalto l’uomo riportava lesioni alla testa e la rottura di un braccio e una gamba. Immediatamente veniva soccorso e trasportato a bordo di un’ambulanza al vicino ospedale “Santa Maria delle Grazie”. Discordanti le versioni sull’accaduto: il 28enne alla guida della Mercedes dichiarava agli agenti di essersi ritrovato improvvisamente l’uomo davanti alla sua vettura senza avere nemmeno il tempo per evitare di investirlo; diversamente, stando alle ricostruzioni effettuate sul posto, il 37enne stava passando da una parte all’altra della strada, quando forse anche a causa della scarsa illuminazione, l’automobilista non l’avrebbe visto travolgendolo.

AUTO SEQUESTRATA –  Utili alle indagini saranno ora i rilievi effettuati sul posto dai caschi bianchi diretti dal Comandante Carlo Pubblico. Subito dopo l’incidente l’automobilista è stato sottoposto agli esami tossicologici per appurare se al momento dell’incidente era alla guida sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti. Stessi esami ai quali è stato sottoposto il pedone investito. Disposto anche il sequestro della Mercedes 202 che in serata è stata trasferita presso il deposito giudiziario e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]