Ennesimo stop per Cumana e Circumflegrea

TRASPORTI – Da questa mattina i servizi di Cumana e Circumflegrea sono fermi a causa dello sciopero delle maestranze Sepsa. Caos alle stazioni con decine di migliaia di persone lasciate a piede e costrette a ricorrere alla Metropolitana o a mezzi privati. Isolati i comuni flegrei Alla base della protesta non solo il mancato pagamento degli stipendi, ma anche e soprattutto lo stato di precarietà ed insicurezza in cui i lavoratori Sepsa sono costretti quotidianamente a lavorare. Di seguito il comunicati delle maestranze che spiega i motivi dello stop.

IL COMUNICATOI lavoratori della SEPSA, congiuntamente alle delegazioni sindacali aziendali, dopo aver valutato gli avvenimenti degli ultimi mesi e, più distintamente degli ultimi giorni, stanchi delle conseguenze della crisi economica che investe il TPL campano e che incide profondamente sulle condizioni manutentive e di approvvigionamento ricambi, sono costretti a lavorare in condizioni disagiate al limite dell’affidabilità dei mezzi e delle linee ferroviarie, così come è sotto gli occhi di tutti. Nonostante ciò hanno svolto regolarmente la propria prestazione giornaliera lavorativa, spesso scontrandosi con l’utenza. Tale crisi economica ha comportato come conseguenza ancor più grave il ritardo sistematico nell’erogazione degli stipendi nei mesi precedenti e l’inasprimento di tale situazione soprattutto alla luce dell’ultimo comunicato aziendale relativo alle spettanze del mese di Novembre dal quale si evince una totale incertezza nel reperimento delle risorse economiche.
Il quadro generale appena descritto, purtroppo, è comune a molte aziende sul territorio regionale e incide notevolmente sulle condizioni minime e dignitose di sopravvivenza delle famiglie degli addetti al settore e dell’indotto TPL. Pertanto, a partire da oggi 3 Dicembre 2012, sospendono tutte le forme di collaborazione e disponibilità. Concludendo, nell’esprimere piena solidarietà ai colleghi di EAVBUS, i quali da due mesi non percepiscono regolarmente lo stipendio e sono coinvolti nelle ben note vicende fallimentari, i lavoratori della SEPSA auspicano una sensibilità dell’utenza nella comprensione della gravità del momento e rivolgono un appello alle istituzioni e parti coinvolte, affinché trovino una rapida e duratura soluzione alle problematiche descritte.”

LAVORATORI E DELEGATI SINDACALI SEPSA