I rifiuti oggi a Monterusciello

POZZUOLI – Dopo due giorni di paralisi della raccolta rifiuti nel quartiere di Monterusciello questa mattina il prelievo è ripreso a singhiozzo. Infatti alcuni cassonetti sono stati svuotati mentre altri restano traboccanti. Particolarmente colpite dal blocco della raccolta diverse strade del quartiere, tra le quali via Modigliani, via Di Giacomo e via Viviani.

NORMALITA’ ENTRO OGGI– Raggiunto telefonicamente il Sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo, in un primo momento all’oscuro della situazione odierna, ha poi spiegato il motivo della mancata raccolta di questi giorni “Lo STIR di Caivano domenica è rimasto chiuso, quindi i camion sono rimasti in fila e nemmeno lunedì è stato possibile effettuare la raccolta, mi hanno assicurato che entro oggi la situazione a Monterusciello verrà risolta”. Il Primo cittadino ha inoltre chiesto a noi informazioni su quale fosse lo stato del quartiere e su quali strade non erano ancora state  ripulite.

Senza differenziata i cittadini versano l'umido nei cassonetti

LA DIFFERENZIATA CHE NON PARTE – Buona parte del quartiere di Monterusciello non è servito dal “porta a porta”, e di conseguenza quindi nei cassonetti grigi dell’indifferenziato si continua a trovare di tutto, dal “secco” all’umido organico. E addirittura, anzichè utilizzare le campane, spesso plastica, vetro,  carta e rifiuti speciali vengono riversati negli stessi cassonetto. Alle inadempienze comunali quindi si sommano anche una serie di cattivi costumi da parte dei cittadini difficili da eliminare.

IL “SISTEMA STIR” NON REGGE – Ancora una volta il sistema delle discariche e degli STIR inizia a scricchiolare e forse la nuova ondata di crisi di raccolta rifiuti è più vicina di quanto si possa immaginare. Il Sindaco intervistato nelle scorse settimana su una possibile nuova crisi di raccolta rifiuti ha laconicamente ammesso che quando si presenterà la crisi, le sorti della città di Pozzuoli saranno legate alla scelta della Provincia. La quale decreterà la quantità di conferimento giornaliere negli STIR per ogni Comune della Provincia”.

Via Salvatore Di Giacomo

POZZUOLI POTEVA GIA’ ESSERE SALVA  – Eppure oggi Pozzuoli poteva attendere in maniera meno ansiosa la nuova crisi, se come annunciato da Magliulo nel mese di luglio fosse partita la raccolta differenziata per i quartieri di Monterusciello e Toiano, raggiungendo quei famosi 27 mila cittadini. Un’azione del genere avrebbe abbattuto di molto la quantità di rifiuti che vanno scaricati negli STIR. Dalla fine dell’ultima crisi la raccolta differenziata è partita solo per un piccola parte di città, i quartieri più grandi restano ancora fuori dal giro del “porta a porta”. Con un tipo di raccolta del genere sarà inevitabile il ritorno agli scenari dei mesi scorsi.

I LIMITI DELL’ATTUALE DIFFERENZIATA – Intanto dove la differenziata “porta a porta” è partita non mancano le polemiche, come nel caso di via delle Colmate a Licola, dove è mancata la formazione ai residenti. Infatti come ci raccontano gli abitanti del posto “I mezzi della De Vizia passano regolarmente, ma non siamo mai stati avvistai di cosa lasciare fuori” spiegano – l’altro giorno dovemmo fermare noi un addetto alla raccolta che ci diede dei volantini illustrativi”.

Il Sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo

“A MONTERUSCIELLO IMMINENTE IL PORTA A PORTA” – Intanto dal Comune danno per imminente la partenza della differenziata nel quartiere di Monterusciello.  “In meno di 15 giorni tutti i 12 lotti di Monterusciello verranno raggiunti dal servizio porta a porta”, ci fanno sapere dall’ufficio del Sindaco “da giovedì partiremo con l’informazione dei primi 6 lotti, che lunedì inizieranno il nuovo metodo di raccolta; poi ancora giovedì della prossima settimana faremo formazione ai restanti 6 lotti ed il lunedì successivo si partirà anche con loro”.

MANIFESTO INFORMATIVO – Inoltre come annunciato dal Comune a breve dovrebbe uscire un manifesto attraverso il quale verranno spiegati i tempi e le modalità per ricevere la formazione e ritirare il materiale. Tale azione sarebbe in ottemperanza alla delibera di Giunta numero 15 del 13 luglio scorso.  Un impegno pesante quello preso dal Sindaco che se dovesse concretizzarsi sarebbe finalmente un consistente passo in avanti nella risoluzione della problematica gestione della raccolta rifiuti.

ANGELO GRECO
[email protected]