Il Rione Toiano di Pozzuoli

POZZUOLI –  Fu fermato ed arrestato lo scorso a bordo di un camion pieno di scaffalature e materiale ferroso pesante nei pressi di un rimessaggio di Licola.  Per i carabinieri stava andando a sversare in una cava adiacente e non a vendere il materiale al titolare della rimessa di natanti: così scattarono le manette e il camion fu sequestrato. Oggi, a distanza di oltre 7 mesi Antonio Tizzano, 48 anni, puteolano e residente al Rione Toiano è stato assolto.

ASSOLTO – con formula piena perchè il fatto non sussiste. Con questa motivazione il giudice della IX sezione di Napoli Paola Coronella ha assolto Antonio Tizzano, dall’accusa di traffico illecito di rifiuti pericolosi. Il giudice ha condiviso le richieste difensive dei penalisti Girolamo Catena e Lorenzo Sozio, i quali hanno messo in risalto la reale attività economica del Tizzano Antonio, figlio del pregiudicato Vincenzo Tizzano detto “Enzuccio a’ Jatta”, noto alle cronache anche per l’aggressione negli uffici comunali dell’ex sindaco Vincenzo Figliolia: il materiale trasportato dal suddetto era riutilizzabile e rivendibile presso il proprio mercato dell’usato. Oggi la sentenza si assoluzione e dissequestro del camion e del materiale ferroso. Per lui l’accusa aveva chiesto 1 anno di reclusione ed 8’000 euro di multa.

REDAZIONE