I due ospedalieri sono stati arrestati per truffa aggravata

NAPOLI – A passeggio durante l’orario di lavoro e dopo aver marcato il proprio badge. Nei guai sono finiti due ospedalieri, fermati durante un controllo dai carabinieri della stazione del Rione Traiano insieme ai colleghi della Compagnia Vomero. Si tratta di un 50enne di Qualiano, operatore socio sanitario nell’ospedale Cotugno ed un 34enne di Marano di Napoli, tecnico con mansioni di manutenzione delle apparecchiature sanitarie nell’ospedale Monaldi, entrambi incensurati. Entrambi sono stati arrestati per truffa aggravata.

 

NERVOSI AL POSTO DI BLOCCO – I due uomini sono stati notati a bordo di un’autovettura su via Cinthia, in atteggiamento sospetto, dai militari dell’arma che li hanno fermati per controlli. Durante gli accertamenti di rito dei carabinieri, gli ospedalieri mostravano un certo nervosismo e insofferenza al controllo, tanto da spingere i militari dell’arma a sottoporli a perquisizione, durante la quale sono stati trvati in possesso delle loro tessere magnetiche marcatempo (badge) rilasciate dall’Asl di Napoli quali dipendenti dei citati ospedali. Con successive verifiche i militari dell’arma, con la fattiva collaborazione dei dirigenti delle strutture sanitarie interessate, hanno accertato che i due uomini si erano arbitrariamente assentati dal luogo di lavoro, poco dopo aver marcato l’ingresso con i loro badge. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati nelle loro abitazioni agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.